Carrello 0
AZIENDE

Schüco Italia e 'Lo Spirito di Stella'

di Schüco

Record di presenze sul catamarano accessibile alla scoperta dell’Universal Design

05/12/2018 - 3.800 miglia percorse, 15 porti visitati e oltre 1.400 persone coinvolte a bordo: volge al termine il viaggio via mare del catamarano accessibile “Lo Spirito di Stella”, che con la collaborazione di Schüco Italia ha circumnavigato la penisola italiana nel corso del 2018, divulgando i principi dell’Universal Design.
 
Con una conferenza di chiusura dedicata al design universale, giovedì 22 novembre si è concluso ufficialmente l’entusiasmante tour 2018 del catamarano “Lo Spirito di Stella”, la prima imbarcazione al mondo completamente accessibile alle persone con disabilità che per sei mesi ha circumnavigato l’Italia divulgando i principi dell’Universal Design, metodologia progettuale che promuove un’architettura alla portata di tutti. Schüco Italia ha appoggiato con entusiasmo le finalità culturali di questa iniziativa, coinvolgendo a bordo la propria rete di progettisti e clienti Premium Partner per far vivere loro un’esperienza a tutto tondo mirata ad ampliare la visione della progettazione e a porre in termini propositivi l’importante questione delle barriere architettoniche.
 
La tematica che quest’anno ha accompagnato la navigazione del catamarano “Lo Spirito di Stella” – commenta Roberto Brovazzo, Direttore Generale di Schüco Italiasposa perfettamente la nostra visione della progettazione, per questo la partecipazione a questa iniziativa ci è sembrata una scelta naturale. Le numerose tappe affrontate durante i sei mesi di navigazione ci hanno permesso di portare a bordo 90 serramentisti Premium Partner e 61 professionisti della progettazione, sensibilizzando quindi al valore dell’accessibilità proprio chi ogni giorno lavora per dare forma agli spazi in cui viviamo. La realizzazione di ambienti “universali”, ovvero confortevoli e sicuri per ogni possibile utilizzatore, presuppone un atteggiamento il più aperto e disponibile possibile: è questo il motivo per cui in questo viaggio abbiamo ritenuto fondamentale il coinvolgimento del mondo dell’architettura e del serramento, chiamati a rispondere non solo alle esigenze dell’oggi, ma anche ai bisogni delle generazioni future”.
 
L’ultima tappa del lungo viaggio de “Lo Spirito di Stella” è stata la Barcolana di Trieste, una delle più importanti regate veliche a livello internazionale. Per l’occasione Schüco Italia ha coinvolto tutto il pubblico della manifestazione alla scoperta dell’Universal Design e delle tecnologie abitative del futuro, orientate a realizzare ambienti di vita e lavoro alla portata di ogni possibile utente, sia esso un adulto, un bambino, un anziano o una persona con disabilità motorie o sensoriali.
 
Il mondo del serramento – conclude Roberto Brovazzo – ha un ruolo fondamentale nella creazione di ambienti accessibili, basti pensare alle tecnologie che facilitano la movimentazione degli infissi, come i sistemi domotici e quelli di controllo degli accessi, o alle soluzioni che agevolano gli spostamenti da un ambiente all’altro della casa, come le soglie a filo pavimento (zero-level) o ribassate. L’evoluzione degli stili di vita, dalla mobilità abitativa fino al progressivo invecchiamento della popolazione, sta già influenzando lo sviluppo dell’abitare contemporaneo e il mondo della progettazione, in tutte le sue infinite declinazioni tecniche, deve essere pronto culturalmente e tecnologicamente a rispondere a questi cambiamenti”.

Schüco su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati