Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Variante al Prg, il Comune non ha l’obbligo di rispondere alle osservazioni

di Paola Mammarella

Tar Emilia Romagna: gli interessi dei proprietari danneggiati possono essere valutati solo nell’interesse pubblico

Vedi Aggiornamento del 21/09/2018
16/04/2018 – I proprietari interessati da una variante al Piano Regolatore Generale (PRG) possono presentare osservazioni; il Comune deve valutarle secondo il criterio dell’interesse generale ma non è obbligato a fornire una motivazione nel caso in cui decida di rigettarle. Si è espresso così il Tar Emilia Romagna con la sentenza 276/2018.
 

Varianti al PRG e osservazioni degli interessati

I giudici hanno spiegato che, secondo un “principio assolutamente pacifico in giurisprudenza”, le osservazioni dei proprietari interessati a una variante rappresentano un mero apporto collaborativo.
 
Le scelte urbanistiche, si legge nella sentenza, costituiscono valutazioni di merito sottratte al sindacato giurisdizionale. La presentazione di un'osservazione non comporta, in caso di rigetto o di accoglimento parziale, “un particolare onere motivazionale in capo all'Amministrazione”.
 
È sufficiente, ha concluso il Tar, che l’osservazione sia stata esaminata e ritenuta in contrasto con gli interessi e le considerazioni generali poste a base della formazione del piano regolatore o della sua variante.
 

Varianti al PRG e osservazioni, il caso

Nel contenzioso preso in esame, un Comune aveva deliberato una variante al PRG per l’adeguamento di una strada di collegamento, dichiarata di pubblica utilità.
 
I lavori rendevano necessario l’esproprio di un terreno e il proprietario si era opposto sostenendo che ci fosse già una strada di collegamento, anche se priva dei requisiti della via pubblica, e che la realizzazione dell’infrastruttura gli avrebbe causato una serie di danni. Il Comune aveva respinto le osservazioni del proprietario senza fornire delle motivazioni.
 
Di fronte al ricorso del proprietario, il Tar ha dato ragione al Comune, spiegando che l’interesse pubblico prevale su quello dei singoli proprietari interessati dall’esproprio.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

)