Carrello 0
FOCUS

La ‘voglia di ripartire’ è il motore dell’edilizia che guarda al futuro

Dalla necessità di un confronto-incontro tra tutti gli attori della filiera nasce FIDEC

13/09/2018 - Il lungo periodo di crisi del settore delle costruzioni iniziato nel 2008 mostra timidi segnali di ripresa: una ripresa che parte dal mercato immobiliare della rigenerazione grazie all’effetto di traino delle aree metropolitane, è più evidente in alcune regioni italiane, purtroppo ancora non ha interessato pienamente il mercato dei lavori pubblici.
 
Il decennio trascorso ha profondamente cambiato il settore delle costruzioni che sta vivendo una “crisi di cambiamento” mettendo in discussione tante delle certezze che lo hanno reso vitale per anni.
 
Se si osserva da vicino il settore è evidente quanto sia forte la voglia di tornare a crescere e la capacità di essere nuovamente protagonisti.
Ma il mercato mostra una dinamicità che è difficile comprendere e trasferire nella propria  dimensione produttiva, in un contesto economico e sociale in forte mutamento.
 
L’esigenza di incontrarsi e di mettere in comune le esperienze di cambiamento ha portato ANCE, l’Associazione nazionale costruttori edili, a promuovere il primo appuntamento nazionale che riunisce la filiera delle costruzioni e le filiere connesse: il mondo delle professioni, architetti, ingegneri, geometri, tecnici; le imprese e gli operatori della manifattura per l’edilizia; l’indotto dei produttori dei materiali e dei servizi; le componenti del mercato immobiliare, della gestione post vendita; gli esperti e studiosi.
 
L’appuntamento è al FIDEC, il Forum Italiano delle Costruzioni, per l’intera giornata di mercoledì 21 novembre 2018, presso la sede del Palazzo del Ghiaccio a Milano.
 
Non è una fiera espositiva e non è nemmeno un convegno, FIDEC è una fiera di relazioni, dove condividere temi e problematiche reali affrontate da imprese e professionisti nel lavoro quotidiano, incontrare direttamente i protagonisti del cambiamento e allacciare o rinnovare relazioni di business.
 
Nell’evento del 21 novembre saranno presentate trenta storie di cambiamento, raccontate da imprenditori, professionisti, studiosi del mondo dell’edilizia, e cinque testimonianze di grandi personaggi, provenienti anche da realtà lontane rispetto a quella edile, tutti coinvolti per capire come hanno superato la crisi grazie alla loro “visione” del futuro.
 
Concept, location e modalità organizzative sono pensati per facilitare la condivisione: sono persone che si incontrano e si conoscono, unite da un bisogno comune di capire e riflettere insieme.
 
In cinque Speakers’ Corners, luoghi dove scambiarsi punti di vista ed esperienze, si animeranno trenta incontri, con relatori, conduttori e influencer.
 
Partecipare a FIDEC è decidere di investire una giornata del proprio tempo per aumentare le conoscenze e allargare la rete di rapporti in modo intelligente e innovativo, per favorire occasioni di sviluppo dell’impresa e del lavoro.
 
Ma partecipare a FIDEC è anche disponibilità a condividere le proprie esperienze ed è per tale ragione che si è deciso di raccogliere in maniera diffusa esperienze di cambiamento: è stata lanciata la CALL FOR SPEAKERS “ CANDIDATI PER RACCONTARE LA TUA STORIA A FIDEC “.
 
Sul sito www.fidec.info chi ha una storia interessante da raccontare, un progetto innovativo che possa essere d’aiuto e d’ispirazione per ripartire, può proporsi come speaker in uno dei cinque Speakers’ Corner che affrontano le seguenti tematiche:

1. #innovazione
Il nuovo processo produttivo nelle costruzioni
“Come faccio a guadagnare facendo questo mestiere?”

2. #filiera
I nuovi rapporti tra gli attori della filiera delle costruzioni
“Con chi mi alleo per fare business?”

3. #cliente
Il mercato privato: nuovi bisogni, nuovi clienti, nuovi committenti
“Dove sono finiti i miei clienti?”

4. #appalti
Il mercato pubblico: nuove normative e best practices
“Come faccio a cogliere le opportunità date dal lavorare con un committente pubblico?”

5. #impresa
Osservatorio del cambiamento
“Dalla scuola al real estate, storie virtuose”
 
Durante la giornata di FIDEC i partecipanti si potranno spostare da un tavolo di discussione all’altro, incoraggiati nello scambio di idee e punti di vista differenti: ciascuno dei cinque Speakers’ Corner sarà articolato in sei SLOT di 30 minuti ( 15 minuti di talk e 15 minuti di dibattito) per conoscere e discutere le storie di successo.
 
Chi parteciperà si singoli slot potrà continuare, al termine della presentazione, a confrontarsi sul tema esposto , se lo riterrà di interesse, in uno degli appositi spazi riservati per il BtB. Oltre alle trenta storie raccontate negli slot, le testimonianze di Out Of The Box dove grandi personaggi, provenienti da realtà lontane a quella edile, raccontano come hanno superato la crisi grazie alla loro “visione”. Partecipare a FIDEC è un modo concreto per guardare al futuro, mettendo al centro la “voglia di ripartire”.
 
Gli strumenti che FIDEC ha attivato per mantenere aperto il confronto sono:

- l’Osservatorio del Cambiamento, un tavolo di lavoro,  per mettere  in rete le conoscenze e le migliori idee proposte dal mondo della ricerca, delle università, dei centri di eccellenza nello studio e analisi del cambiamento. Condividere le visioni  per descrivere ed elaborare scenari per il settore delle costruzioni;
- costruire in Qualità, il percorso di formazione al cambiamento per le imprese e gli studi professionali, come opportunità per un aggiornamento delle competenze tecniche e di processo produttivo in edilizia. Ripartire dai fondamentali: costruire bene, sostenibile, salubre, per una concreta modernizzazione del settore;
- il sito web di FIDEC (www.fidec.info), la piattaforma digitale della filiera delle costruzioni in Italia, connessa ai principali social network. Un grande sforzo di sintesi, dove condividere contenuti e dove fare b2b tutto l'anno.  

Il mondo dell’edilizia non è solo in questo progetto, FIDEC ha raccolto l’adesione di tantissimi soggetti della filiera delle costruzioni e delle filiere collegate perché è comune la voglia di “ prendere insieme il cambiamento dal verso giusto” e con una visione positiva del futuro.
 
Con ANCE come patrocinatori e partner ci sono gli Ordini e Collegi  professionali,  Università e Centri di ricerca e di studio,  Associazioni imprenditoriali industriali e artigiane della filiera delle costruzioni e delle filiere collegate, il mondo dello sviluppo immobiliare e dei fornitori di materiali e servizi,  le Fiere di settore,  Banche e mondo finanziario, Istituzioni pubbliche, Stazioni Appaltanti.

Nel sito www.fidec.info è in continuo aggiornamento l’elenco di chi sta collaborando alla migliore riuscita dell’evento e  degli sponsor che sostengono il progetto.

Il 21 Novembre a Milano si ritroverà la parte più “viva” dell’articolato  mondo che ruota intorno al mercato delle costruzioni per lanciare un messaggio forte sulle potenzialità e sulle opportunità che si aprono per l’economia, per la società e per il Paese: il cambiamento è reale e deve essere sostenuto se vogliamo che l’Italia ritorni a correre.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

)