Carrello 0
AZIENDE

ANPEL per l'edilizia 'green'

di Anpel

Lecablocco 'CAM', sostenibilità ambientale garantita

23/02/2019 - Gli edifici e il settore delle costruzioni sono responsabili del consumo del 36% dell’energia globale e del 39% delle emissioni relative di CO2. Per favorire la riduzione degli impatti negativi sull’ambiente naturale oltre al mettere in atto azioni volte alla riduzione dei consumi energetici il mondo delle costruzioni deve partire dalla scelta di materiali sostenibili e riciclabili. Fanno parte di questa categoria di prodotti i nuovissimi Lecablocco “CAM” di ANPEL, l'ennesima innovazione nella famiglia di blocchi per murature in calcestruzzo a base di argilla espansa Leca.

I blocchi Lecablocco CAM contengono oltre il 5% di materie prime riciclate, e/o recuperate, e/o di sottoprodotto e rispettano quindi i Criteri Ambientali Minimi e i principali protocolli di valutazione ambientale.
 
I Criteri Ambientali Minimi (CAM) sono i requisiti ambientali definiti per le varie fasi del processo di acquisto, volti a individuare la soluzione progettuale, il prodotto o il servizio migliore sotto il profilo ambientale lungo il ciclo di vita, tenuto conto della disponibilità di mercato.  In Italia, l’efficacia dei CAM è stata assicurata grazie all’art. 18 della L. 221/2015 e, successivamente, all’art. 34 recante “Criteri di sostenibilità energetica e ambientale” del D.lgs. 50/2016 “Codice degli appalti” (modificato dal D.lgs 56/2017), che ne hanno reso obbligatoria l’applicazione da parte di tutte le stazioni appaltanti.

La loro applicazione sistematica ed omogenea consente di diffondere le tecnologie ambientali e i prodotti ambientalmente preferibili e produce un effetto leva sul mercato, inducendo gli operatori economici meno virtuosi ad adeguarsi alle nuove richieste della pubblica amministrazione.  
 
I Lecablocco di ANPEL sono blocchi per murature in calcestruzzo a base di argilla espansa Leca ad alte prestazioni tecniche e si compongono di diverse tipologie di prodotto da quelli altamente isolanti per l’involucro edilizio dall’ottimo comportamento sia in stagione invernale, sia estiva, alle pareti divisorie per l’isolamento acustico, alle pareti resistenti al fuoco per la compartimentazione degli edifici.
I Lecablocco “CAM” rispondono pienamente ai requisiti previsti dai Criteri Ambientali Minimi e ai criteri di valutazione dei principali protocolli di valutazione (per esempio LEED).

Il contenuto di materiale riciclato (superiore al 5%) è dimostrato tramite una dichiarazione ambientale autodichiarata conforme alla norma ISO 14021. Una parte delle materie prime utilizzate nei Lecablocco è costituita da inerti riciclati e sottoprodotti a base di argilla espansa Leca. Le caratteristiche prestazionali (resistenza al fuoco, isolamento termico e acustico, ecc.) rimangono quindi invariati.

La principale costituente del Lecablocco, l’argilla espansa Leca, è un materiale naturale e sostenibile, e ha da poco ottenuto la Dichiarazione ambientale di prodotto (EPD) per i materiali da costruzione. I Lecablocco CAM, oltre ad essere prodotti a basso impatto ambientale, hanno elevate prestazioni di isolamento termico e acustico, buona resistenza meccanica e ottimo comportamento di resistenza al fuoco. A fine vita questi prodotti sono riciclabili e possono essere frantumati per essere riutilizzati come inerte diminuendo la quantità di materiale inviato in discarica e l’utilizzo di risorse naturali.
 
Anche se si fa riferimento al “Radon Protection 112” pubblicato dalla Commissione Europea che classifica i materiali da costruzione secondo l’Indice di radioattività I, i Lecablocco CAM, con un indice di radioattività di I≤0,5, sono da considerarsi eccellenti e possono essere utilizzati senza restrizioni all’interno degli edifici.
 
ANPEL - Ass. Naz. Produttori Elementi Leca su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Sblocca Cantieri e Decreto Crescita, cosa ne pensi? Partecipa