Carrello 0
Friendly Stones: la nascita di un’idea
EVENTI

Friendly Stones: la nascita di un’idea

Il racconto del progetto del teatro “Il Maggiore” a Verbania

08/02/2019 - La mostra “Friendly Stones: la nascita di un’idea”, in corso presso il Museo del Paesaggio di Verbania, è nata dal legame che si è creato tra la città e l’architetto Salvador Perez Arroyo, che ha donato al Museo del Paesaggio tutti gli schizzi originali che l’hanno portato alla progettazione del teatroIl Maggiore.



L’esposizione si divide in sezioni che raccontano, come in un viaggio onirico, l’evoluzione di un progetto, narrando la nascita di un’idea e la sua evoluzione grazie all’ispirazione che il paesaggio offre, sempre diverso a seconda di come lo si guarda.

L’importanza di vivere il territorio, entrarci e farsi raccontare da lui la storia del passato per interpretare al meglio il presente, è alla base del rapporto che Arroyo ha avuto con Verbania nell’ideazione del progetto che gli è stato commissionato. Numerosi sono stati i sopralluoghi solitari e le ore che l’architetto ha passato  in riva al lago ad osservare il panorama, a studiare le forme delle montagne che abbracciano la zona e a camminare nelle viuzze storiche  alla ricerca della chiave di lettura per creare il giusto simbolo moderno di Verbania…e questa ispirazione è arrivata dalla pietra, questo materiale così ampiamente presente nel territorio verbanese da diventare quasi famigliare o amichevole per chiunque ci viva o ci passi…ed ecco il titolo della mostra…le pietre amichevoli sono proprio quelle che hanno ispirato la nascita del teatro, quelle pietre che, a ben guardarle, nascondono sempre un volto umano sorridente al loro interno.

Gli schizzi e gli appunti autografi dell’architetto Arroyo sono stati analizzati e hanno costruito quasi da soli il percorso della mostra; fondamentale è stato anche un testo che l’architetto ha steso per raccontare la sua esperienza a Verbania e la meraviglia che il nostro paesaggio gli suscita ogni volta che lo visita.

 

 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: la professione Partecipa