Carrello 0
NORMATIVA

Demolizione di opere abusive, i Comuni chiedono più fondi

di Rossella Calabrese
Commenti 1125

Confronto aperto in Anci anche sulle competenze: Comune o Prefettura?

Commenti 1125
22/02/2019 - “Come Anci chiediamo al Governo di dotare di risorse adeguate e strutturali il Fondo per la demolizione delle opere abusive. Cinque milioni non sono sufficienti se si vuole consentire a sindaci e prefetti di abbattere le tante costruzioni che deturpano il nostro paesaggio”.
 
Lo hanno chiesto il delegato a Urbanistica e lavori pubblici di Anci e sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, e il presidente della commissione Urbanistica e lavori pubblici di Anci e consigliere comunale di Torino, Stefano Lo Russo, nella riunione della commissione, convocata per esaminare lo schema di decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che rifinanzierà il Fondo per le demolizioni.
 
Fondo, lo ricordiamo, istituito dalla Legge di Bilancio 2018 con una dotazione di 10 milioni di euro per il biennio 2018-2019.
 
Occhiuto e Lo Russo aggiungono che Anci condivide la sostanza dello schema di decreto che aiuta i Comuni a procedere alle demolizioni e ripartisce il Fondo ma le risorse - sottolineano - “non possono essere simboliche ma certe e sostanziali se si vuole davvero lottare contro l’abusivismo in favore della tutela del paesaggio”.
 
“Se ne parlerà, si spera, in una delle prossime Conferenze Unificate e auspichiamo sia il primo passo per superare uno dei grandi limiti del passato, ossia la mancanza di fondi per abbattere le opere abusive” - aggiungono i rappresentanti di Anci.
 
Se sulla necessità di maggiori risorse non ci sono dubbi, il dibattito resta aperto su quali enti debbano occuparsi di demolire gli edifici abusivi, perchè “i Sindaci italiani hanno bisogno di aiuto” afferma Lo Russo.
 
Le ipotesi in campo sono al momento due: mantenere la competenza in capo ai Comuni, investendo i Sindaci del ruolo di ‘demolitore’ con tutte le conseguenze che ne possono derivare in termini di conflitto tra istituzioni e responsabili degli abusi edilizi, oppure trasferire la competenza alle Prefetture, che attiverebbero la procedura di abbattimento dietro segnalazione dei Sindaci.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: le tecnologie Leggi i risultati