Carrello 0
I borghi arroccati sui monti che sfidano la forza di gravità
AMBIENTE

I borghi arroccati sui monti che sfidano la forza di gravità

di Paola Mammarella
Commenti 3094

Da Nord a Sud, i paesaggi creati dall’ingegno umano per spingersi oltre i limiti

Commenti 3094
11/03/2019 – L’Italia non è solo costa e mare. L’entroterra montuoso nasconde piccoli borghi arroccati sulle montagne. Alcuni sfidano il processo di erosione delle rocce e la forza di gravità, regalando paesaggi degni di un presepe sempreverde.
 

Castelmezzano, Basilicata

Si trova sulle Dolomiti lucane questo borgo che conta poche centinaia di abitanti. Qui non sono solo le case a sfidare la gravità. Tra Castelmezzano e il vicino Comune di Pietrapertosa è stato posizionato un cavo di acciaio che i più coraggiosi utilizzano per praticare “il volo dell’angelo”.
 Foto: Jon Shave [CC BY 2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)]
 

Pesche, Molise

La piccola città è arroccata sui pendii del Monte San Marco. Il Re Vittorio Emanuele in una visita la definì “libreria d’Italia” per la disposizione delle piccole case, tutte allineate su vari terrazzamenti. Oggi il paese vive un progressivo abbandono.
 Foto: Ministero per i beni e le attività culturali – Segretariato regionale per il Molise
 

Civita di Bagnoregio, Lazio

Ecco un altro esempio di borgo di singolare bellezza, ma considerato ormai “fantasma”. Si trova nella valle dei calanchi tra il lago di Bolsena e la valle del Tevere. Isolata per i progressivi fenomeni di erosione della collina, che rischiano di farla scomparire, la città è raggiungibile solo attraverso un ponte pedonale in cemento armato, che in determinati orari è aperto anche a cicli e motocicli.
 Foto: Etienne (Li) [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)]
 

Spiazzi, Veneto

Questa frazione, che fa parte del Comune di Caprino Veronese, si trova sul Monte Baldo. Data la sua vicinanza al lago di Garda, è una rinomata località turistica. Visitatissimo il santuario Madonna della Corona, che si trova in un incavo del monte.
 Foto: Llorenzi [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]

Un'immagine dall'alto
 Foto: pagina Facebook @madonnadellacorona via Youtube (http://ow.ly/gGmP30nZRQz
 

Vitorchiano, Lazio

In provincia di Viterbo, sui monti Cimini, si trova questo Comune caratterizzato da ripidi pendii e strapiombi, che ha fatto da set ad alcune scene del film “L’armata Brancaleone” di Mario Monicelli.
 Foto: K.Weise [Public domain]
 

Calcata, Lazio

Sempre in provincia di Viterbo, troviamo questo piccolo centro arrocato su una montagna di tufo. Qui sono stati girati diversi film: “Amici miei” di Mario Monicelli, “La mazzetta” di Sergio Corbucci, “Ardena” di Luca Barbareschi, il video del brano “Una storia sbagliata” dal cantautore Fabrizio De André e alcune scene della fiction “Il tredicesimo apostolo”.
 Foto: Mac9 [CC BY-SA 2.5 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5)]
 

Pentedattilo, Calabria

Questo borgo deve il suo nome al Monte Calvario, che anticamente ricordava una mano con cinque dita. Oggi alcune parti del monte sono crollate.
 Foto: GJo [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]
 

Pitigliano, Toscana

Chiamato “la piccola Gerusalemme” per la storica presenza di una comunità ebraica, questa piccola città in provincia di Grosseto è caratterizzata da case che sporgono da un grande sperone di tufo. È stata il set dei film “La visione del sabba” di Marco Bellocchio e “Il pane della memoria” di Luigi Faccini.
 Foto: Alessandra Marra
 

Scalea, Calabria

Negli anni passati isolata a causa della sua collocazione, recentemente è diventata una meta turistica grazie al suo panorama e ai rinvenimenti di epoca paleolitica.
 Foto: Wikipedia – Pubblico dominio
 

Apricale, Liguria

Questo piccolo borgo si trova sul Monte Bignone in provincia di Imperia. Per la sua posizione sta subendo un progressivo spopolamento.
 Foto: ​Alessandro Vecchi [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: le tecnologie Leggi i risultati