Carrello 0
FOCUS

Prese, placche e interruttori: le soluzioni innovative

di Alessandra Marra
Commenti 3810

Dalle prese mobili, a scomparsa e impermeabili ai dispositivi di comando touch e connessi

Vedi Aggiornamento del 21/03/2019
Commenti 3810
07/03/2019 – Le prese e gli interruttori si sono trasformati nel corso degli anni da componenti ‘solo’ funzionali (necessari all'accensione e allo spegnimento degli impianti) ad elementi di arredo che uniscono praticità, innovazione e bellezza.
 
In più, grazie alla diffusione della domotica, gli interruttori e le prese sono diventati l’espressione della ‘casa del futuro’ essendo piccoli oggetti dall’alto contenuto tecnologico. A tutto ciò va aggiunta la componente estetica, con un design delle placche e degli interruttori sempre più ricercato.
 
Ad esempio, si stanno diffondendo sempre più interruttori touch che, a seconda dell’intensità di pressione, regolano temperatura, intensità della luce ecc. Esistono anche interruttori mobili o prese mobili che facilitano la distribuzione degli ambienti, prima rigidamente predefinita dalla loro posizione.  In alcuni casi, invece, vengono appositamente progettati per rimanere nascosti.
 
Oggi anche la scelta dei materiali non è più scontata: dalle ‘tradizionali’ tipologie realizzate in materiale plastico si è passati alle varianti in vetro, resine e altri materiali innovativi.  
 
Ecco una panoramica sui prodotti presenti sul mercato.
 

Prese elettriche

Tra le prese a scomparsa c’è LIFE TOUCH di AVE in cui, grazie ad un esclusivo sistema brevettato, le placche a scivolamento coprono le prese rendendo la casa più sicura ed accogliente. Inoltre, lascia trasparire dal retro della placca in vetro i delicati LED blu per rendere immediatamente riconoscibili i comandi anche di notte.

 
Un altro esempio è VERSAHIT DUAL di ASA PLASTICI un modulo cablato compatto, realizzato con uno spessore contenuto e di facile installazione dall'alto, adatto a molteplici ambienti che possono spaziare dalla cucina alla camera così come il living e l'ufficio.


Tra le prese scorrevoli c’è NODO BOX di Letroh un dispositivo a slitta Shuttle che rende possibile contemporaneamente l’aggancio meccanico al binario degli elementi presa e luce e la loro alimentazione elettrica.

 
Tra le prese ‘non tradizionali’ c’è QUADERNO di DAVIDE GROPPI che assume la forma quadrata con un piano d’appoggio per creare altre funzioni attorno a quella principale.



PRESE ELETTRICHE >> VEDI TUTTE
 

Interruttori

Tra gli interruttori connessi c’è LIVING NOW di BTICINO che si basa su un’infrastruttura tradizionale ma permette di gestire le principali funzionalità dell’impianto elettrico di casa: luci, tapparelle, energia anche da remoto, con uno smartphone tramite l’App Home + Control, oppure grazie ai comandi vocali.

 
Un altro esempio è KNX RF di JUNG che non implicano di posare linee bus e possono essere collocati a piacimento nella stanza, su intonaco, legno, vetro o altre superfici. Basta semplicemente incollarli nel punto scelto e l'utente può regolare comodamente le funzioni KNX desiderate con un semplice tocco.
 
Tra gli interruttori con wifi integrato c’è IOTTY SMART SWITCH LSWI​ di IOTTY che non ha bisogno di centraline o impianti ma basta collegarlo alla rete Wi-Fi con la App. Alla tecnologia integrata associa l’eleganza e la modernità del design. Elegante, luminoso e moderno, darà un tocco di design e di eleganza alle pareti della tua casa.

 
Tra i prodotti dal gusto retrò c'è 100670 di THPG, un interruttore rotativo con supporto centrale per finitura in vetro.


INTERRUTTORI >> VEDI TUTTI
 

Serie Civili

Tra le serie civili con LED c’è 71-'NF di EKINEX con tecnologia Knx e 4 canali e pulsante e LED di programmazione sul frontale.

 
Un altro esempio è Trasmettitore radio da parete 2 pulsanti di Urmet applicabile direttamente a parete tramite supporto biadesivo incluso nella confezione.
 
Tra le serie touchless c’è TOUCHLESS di TEM che consente di accendere e spegnere le luci senza dover toccare l’interruttore, utile quando le mani sono occupate o sporche.
 
Un altro esempio è Expì touch di Simon Urmet in vetro con aree sensibili illuminate a LED blu e attivabili a sfioramento.


SERIE CIVILI >> VEDI TUTTE
 

Placche

Anche le placche, pur essendo ‘solo’ la copertura esterne delle prese elettriche, oggi si sono trasformate in elementi che fanno parte dell'arredamento di un'abitazione e che di conseguenza vanno personalizzati in base all’ambiente in cui si inseriscono.
 
Tra le placche di finitura in bioplastica c’è MYLOS ETIK di ABB realizzata in bioplastica naturale derivata da sorgenti rinnovabili di origine batterica, mediante un processo produttivo nato dalla ricerca tecnologica di ABB. La semplicità che ha guidato lo sviluppo di questa nuova serie si è tradotta in linee e colori essenziali.
 
Tra le placche in vetro c’è LUX di GEWISS che coniuga geometrie moderne e raffinate con morbide curve.



PLACCHE >> VEDI TUTTE
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: le tecnologie Leggi i risultati