Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Concorso per 120 ingegneri e geologi al MIMS, pubblicato il bando
PROFESSIONE Concorso per 120 ingegneri e geologi al MIMS, pubblicato il bando
RISTRUTTURAZIONE

Bonus ristrutturazioni, spetta per opere antinfortuni domestici?

di Alessandra Marra

L’Agenzia delle Entrate spiega quando sono agevolati gli interventi collegati alla sicurezza domestica

Vedi Aggiornamento del 23/08/2019
Commenti 4432
Foto: dolgachov ©123RF.com
06/03/2019 – Il bonus ristrutturazioni spetta per opere volte a evitare gli infortuni domestici? Sì, ma a determinate condizioni.
 
A spiegarlo l’Agenzia delle Entrate nella Guida al bonus ristrutturazioni in cui specifica gli interventi che accedono all’agevolazione e quelli per cui non è prevista.
 

Bonus ristrutturazione e opere antinfortuni

L’Agenzia specifica che l’agevolazione spetta per gli interventi volti ad evitare infortuni domestici. Tre le opere agevolate riconosce: l’installazione di apparecchi di rilevazione di presenza di gas inerti, il montaggio di vetri anti-infortunio e l’installazione del corrimano.
 
Le Entrate specificano che anche la semplice riparazione di impianti insicuri realizzati su immobili (per esempio, la sostituzione del tubo del gas o la riparazione di una presa malfunzionante) permette di accedere al bonus 50% per le ristrutturazioni.  
 

Bonus ristrutturazioni e apparecchi di sicurezza: cosa è escluso

L’Agenzia, tuttavia, ha specificato che “con riferimento alla sicurezza domestica, non dà diritto alla detrazione il semplice acquisto, anche a fini sostitutivi, di apparecchiature o elettrodomestici dotati di meccanismi di sicurezza, in quanto tale fattispecie non integra un intervento sugli immobili”.
 
Per esempio, non spetta alcuna detrazione per l’acquisto di una cucina a spegnimento automatico che sostituisca una tradizionale cucina a gas.

Quali prodotti accedono alle detrazioni? SCARICA L'INFOGRAFICA EDILPORTALE SULLE DETRAZIONI


Bonus ristrutturazione: cosa prevede

Ricordiamo che è possibile usufruire della detrazione Irpef 50% e del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare per le spese di recupero del patrimonio edilizio fino al 31 dicembre 2019.  
 
Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato.

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui