Carrello 0
AZIENDE

Un abbraccio protettivo in alluminio PREFA come involucro

di PREFA ITALIA
Commenti 1263

Karl Heinz Castlunger insieme a PREFA ha realizzato un’opera fuori dal comune in provincia di Trento

Commenti 1263
24/04/2019 - “Lo sviluppo di questa villa ha rappresentato una sfida molto positiva” racconta l’architetto Karl Heinz Castlunger, che ha studiato a lungo le potenzialità dei materiali e la forma architettonica in relazione al contesto paesaggistico. “La forma a C dell’involucro ricalca quella di una mano che protegge l’edificio” spiega l’architetto Karl Heinz Castlunger illustrando il suo lavoro. Questo messaggio viene sottolineato dalle linee e dalla conformazione del sistema di rivestimento PREFA, che evidenzia il movimento circolare.

Castlunger, che ama trarre ispirazione dall’intorno, in questa zona del Trentino non ha trovato punti di riferimento, poiché la maggior parte degli edifici è improntata alla semplicità e alla tradizione. In questo contesto il suo progetto ha suscitato un grande scalpore, costituendo un elemento di assoluta rottura con l’esistente. La presentazione è stata affidata alla professionalità di un ingegnere locale e i progetti sono stati rapidamente approvati. “Il piccolo comune era molto curioso di vedere il risultato finale” racconta l’architetto altoatesino.
 
Un tetto rotondo: non capita tutti i giorni
Il committente, che svolge la professione di commerciante di legname, ha espresso la volontà di utilizzare i propri materiali, integrando tra l’altro in modo spettacolare sei tronchi sul prospetto della facciata. Il terreno su cui sorge l’edificio si trova in mezzo ad un frutteto e si prestava “perfettamente per questa forma”. Le imprese edili a cui è stata affidata la costruzione sono state scelte dal committente stesso. I lavori sono stati eseguiti a regola d’arte, sebbene un tetto rotondo non capiti tutti i giorni e sia una rarità nella zona. La duttilità e la facilità di lavorazione del nastro in alluminio Prefalz di PREFA sono state apprezzate enormemente sia in fase di progetto che di posa.
  
Castlunger è un “architetto del legno”. Il suo amore per il legno nasce dall’infanzia: la sua famiglia aveva una falegnameria, e il giovane Karl Heinz da quando aveva dieci anni ha trascorso lì dentro tre mesi ogni estate. “L’interesse per questo lavoro si è spostato dall’interno all’esterno” racconta. Al termine delle superiori è andato a Innsbruck per studiare architettura, poi ha vissuto a Venezia, a Darmstadt e in California. Sulla costa ovest degli Stati Uniti, a Newport Beach, ha compreso i vantaggi delle case in legno. “Spesso occorre andare molto lontano per capire l’importanza di cose che ci stanno vicine” commenta l’architetto. “I nostri antenati in origine costruivano con il legno, poi sono passati alla pietra, al cemento e ai mattoni. Ora si torna indietro”.

Dialogo con il paesaggio
Il materiale e lo stile sono stati recepiti in modo eccellente. Gli edifici moderni non sono stati semplicemente inseriti nel contesto” sottolinea l’architetto, che nella realizzazione delle sue opere tiene comunque sempre in grande considerazione il paesaggio. “Non ho bisogno di creare un’opera d’arte che faccia parlare di sé. Il mio obiettivo è quello di inserire un edificio in un paesaggio, in un luogo, come se ci fosse sempre stata” afferma l’architetto spiegandoci la sua filosofia e il suo modo di procedere. In alcune zone si gode di assoluta libertà, altre sono soggette a vincoli paesaggistici più restrittivi. “La libertà assoluta è facile e difficile da gestire al tempo stesso” racconta.

Flessibilità e lavorazione facile
Il giovane lattoniere Claudio Gasperetti si è occupato della realizzazione. Questa villa è stato un progetto insolito per lui, in quanto “un tetto rotondo non è comune nelle nostre zone” racconta. “Con PREFA è possibile fare cose impossibili da realizzare con altri materiali” afferma l’artigiano.

La flessibilità e la facilità di lavorazione di Prefalz sono risultate fondamentali anche in questo progetto. “C’erano molti bordi e dettagli” racconta Gasperetti, che ha lavorato in cantiere insieme al suo team ogni giorno per oltre un mese. La sfida principale è stata posta dalla bordatura dei sei tronchi all’ingresso della casa. Prefalz ha facilitato molto l’esecuzione dei dettagli di posa, poiché permette di creare con facilità collegamenti a prova di pioggia senza viti, colla o saldature.
 
PREFA ITALIA su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa