Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, proposta alla Camera la proroga al 2023
NORMATIVA Superbonus 110%, proposta alla Camera la proroga al 2023
CASE & INTERNI

The Sister: il boutique hotel dove gli arredi sono in vendita

di Rossana Vinci

Il nuovo progetto della realtà SIX sorge all'interno di un ex monastero e si ispira all’hotellerie francese

Ph. © Alberto Strada
19/04/2019 - Una cittadella nascosta che sta sorgendo pezzo per pezzo. Prima la Six Gallery poi il Sixiéme Bistro, ora il Sister Hotel. La realtà SIX, una delle hub più vivaci di Milano, diretta dal duo David Lopez Quincoces e Fanny Bauer Grung (a capo del firm di architettura Quincoces-Dragò & Partners) ha aggiunto un altro tassello al suo spazio milanese svelando in anteprima durante il Fuorisalone appena trascorso, le due camere A e B (sulla porta al posto dei numeri ci sono le lettere) del progetto di hospitality The Sister Hotel.
 
Il nome richiama indirettamente la funzione originaria del luogo: un monastero di suore che si presentava come la tipica casa di ringhiera milanese divenuto poi sede della Videomusic, e infine immobile a lungo in stato di abbandono. The Sister Hotel sorge nei pressi della galleria e del bistrò Six, appena defilato da una delle vie della movida, ovvero Corso di Porta Ticinese.
L'idea nasce da un’idea dell’imprenditore Mauro Orlandelli, già ideatore del progetto olistico Six, poi affiancato dall’art director Samuele Savio, founder dello Choice Studio. Un luogo che unisce alla vocazione espositiva quella progettuale.

The Sister Hotel si ispira agli hôtel particulier, le dimore lussuose francesi che ospitavano i nobili all’interno del tessuto cittadino. L’idea di ospitalità del progetto nasce proprio da qui, dal voler offrire un’esperienza in un ambiente ricercato ma informale, un’oasi bohémien dove design, arte e food si fondono. Nove stanze, di cui una suite e due junior suite, ognuna con la propria identità specifica. Lo stile che prevale è un mix eclettico di arredi vintage ed elementi contemporanei.

L’hotel dialoga con la realtà di Six, entro cui è immerso: il progetto architettonico e gli arredi, in parte recuperati e in parte nuove produzioni, customizzate a seconda delle necessità specifiche delle camere, sono frutto del lavoro della coppia creativa Quincoces-Dragò, a capo della Six Gallery, per un immagine coordinata in simbiosi con il concept estetico di Six.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui