Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Piano Invasi, via libera a 260 milioni di euro per 57 progetti

di Alessandra Marra
Commenti 4414

Le risorse finanzieranno la progettazione e la realizzazione di adeguamenti di dighe e messa in sicurezza di acquedotti

Commenti 4414
24/04/2019 – Via libera alla progettazione e realizzazione di altri 57 progetti idrici grazie a 260 milioni di euro.
 
È stato, infatti, firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conto, il DPCM, proposto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, che aggiunge opere al Piano nazionale del settore idrico – sezione invasi, dopo aver approvato una prima lista di 30 interventi urgenti per quasi 250 milioni di euro. Salgono, quindi, a 87 opere finanziate nel settore idrico per un totale di 510 milioni.
 

Piano Invasi: le opere finanziate

Il Piano approvato dal DPCM è composto da 57 interventi: 18 opere di sola progettazione e altre 39 opere di progettazione e realizzazione.
 
Si tratta di importanti interconnessioni idriche, ovvero completamenti di dighe mai ultimate o adeguamenti idraulici di dighe esistenti, rilevanti opere di messa in sicurezza di acquedotti, tra i quali quello a servizio della Capitale, o di ripristino di acquedotti danneggiati dal sisma del 2016, come quello di Ascoli Piceno, proposti dalle Autorità di distretto in sede di tavolo tecnico-politico Stato-Regione, istituito al Mit.Sono state, inoltre, accettate le istanze presentate dai Consorzi di bonifica e dagli Enti irrigui, i cui progetti hanno assorbito circa il 50% delle disponibilità complessive.
 

Piano dighe: le risorse

Il DPCM, che attua quanto previsto per il settore idrico dalla Legge di Bilancio 2018 (comma 516), adotta altri 260 milioni di euro dal più ampio Piano nazionale, finanziato dalla Legge di Bilancio 2019 con 1 miliardo di euro complessivo.
 
Dei 260 milioni di euro previsti dal DPCM, 200 milioni di euro provengono dal Fondo investimenti e 60 milioni dalla Legge di Bilancio 2019.
 
Il MIT ha dichiarato: "Questo decreto è il primo passo di una più ampia politica che il Governo ha intrapreso e che punta, con uno sforzo economico complessivo di 2 miliardi di euro, all’incremento della sicurezza delle dighe e al potenziamento delle reti irrigue e potabili, per far fronte ai crescenti fenomeni della siccità".
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Sblocca Cantieri e Decreto Crescita, cosa ne pensi? Partecipa