Carrello 0
PROFESSIONE

Corrispettivi per committenti privati e pubblici, dal CNI i software per calcolarli

di Alessandra Marra
Commenti 6658

I programmi gratuiti permettono la determinazione dei compensi e dei preventivi secondo la normativa vigente

Commenti 6658
23/04/2019 – Aggiornati i software gratuiti predisposti dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) per determinare il corrispettivo a base d’asta e redazione del progetto di un SIA (servizi di ingegneria e architettura) e per l’elaborazione del preventivo tipo e contratto tipo per committenti privati.
 
I software, scaricabili qui, sono accompagnati da un documento-guida che ripercorre il quadro normativo degli ultimi anni in tema di compensi professionali.
 

Corrispettivi ingegneri per i SIA: il software CNI

Il CNI ha spiegato che il software per il calcolo dei corrispettivi da porre a base di gara nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei SIA si basa sull’indicazione del DM 17 giugno 2016 e sulle indicazioni dei Consigli Nazionali di Ingegneri, Architetti e Geologi. Comprende l'aggiornamento per i progetti "SIA" (Servizi Ingegneria e Architettura - Dlgs 50/2016) secondo le indicazioni del CNI.
 
Il corrispettivo, costituito dal compenso e dalle spese ed oneri accessori, viene determinato in funzione delle prestazioni professionali relative ai predetti servizi ed applicando i seguenti parametri generali per la determinazione del compenso:
V: costo delle singole categorie componenti l'opera;
G: complessità della prestazione;
Q: specificità della prestazione;
P: parametro base che si applica al costo economico delle singole categorie componenti l'opera.

Il compenso «CP», con riferimento ai parametri indicati, è determinato dalla sommatoria dei prodotti tra il costo delle singole categorie componenti l’opera «V», il parametro «G» corrispondente al grado di complessità delle prestazioni, il parametro «Q» corrispondente alla specificità della prestazione distinto in base alle singole categorie componenti l’opera e il parametro base «P».
 
In base a questi indicatori, il compenso sarà dato dalla sommatoria dei prodotti tra il costo delle singole categorie componenti l’opera, il grado di complessità delle prestazioni, la specificità della prestazione distinta in base alle singole categorie e il parametro base.

L’importo delle spese e degli oneri accessori è calcolato in maniera forfettaria; per opere di importo fino a € 1.000.000,00 è determinato in misura non superiore al 25% del compenso; per opere di importo pari o superiore a € 25.000.000,00 è determinato in misura non superiore al 10% del compenso; per opere di importo intermedio in misura massima percentuale determinata per interpolazione lineare. Effettuato il calcolo dei compensi e delle spese ed oneri accessori, viene elaborato un documento di stampa contenente la distinta analitica di tutti i dati ed i passaggi necessari per la formazione del Corrispettivo finale.
 

CNI: come calcolare il preventivo per committenza privata

Il CNI ha messo a disposizione gratuitamente anche un software per la redazione del preventivo e del contratto tipo previsto dalla normativa vigente per la committenza privata.
 
Il software permette la definizione delle prestazioni e la quantificazione di un corrispettivo base facendo riferimento al DM 140/2012, fermo restante la determinazione del Corrispettivo pattuito rispettando la volontà negoziale tra le parti.
 
Il corrispettivo base, costituito dal compenso e dalle spese ed oneri accessori, viene determinato in funzione delle prestazioni professionali relative ai predetti servizi ed applicando i parametri generali sulla base del DM 140/2012.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
3

3


x Sondaggi Edilportale
Sblocca Cantieri e Decreto Crescita, cosa ne pensi? Leggi i risultati