Carrello 0
Dimore storiche, i castelli e le residenze d’epoca testimoni del passato
AMBIENTE

Dimore storiche, i castelli e le residenze d’epoca testimoni del passato

di Paola Mammarella
Commenti 2126

Domenica 19 maggio apriranno al pubblico per svelare ai visitatori i segreti del patrimonio artistico e culturale privato

Commenti 2126
13/05/2019 – Antiche e maestose, sono state testimoni di momenti salienti del passato. Sono le dimore storiche, che domenica 19 maggio saranno aperte e visitabili per la giornata nazionale delle dimore storiche organizzata dall’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI).
 
Vediamone alcune
 

Palazzo Amarelli, Rossano - Cosenza

Appartiene da sempre alla famiglia Amarelli, che tra i suoi avi annovera Alessandro, crociato nel 1101. La villa è contornata dagli alloggi dei coloni e da magazzini e officine per la trasformazione dei prodotti agricoli. Oggi ospita il Museo della Liquirizia.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Villa dei Claricini Dornpacher, Cividale del Friuli - Udine

Costruita intorno alla metà del XVII secolo, conserva una biblioteca di più di 5mila volumi e un vigneto dal quale si produce il vino de Claricini. Dal 1971 è la sede della Fondazione de Claricini Dornpacher, che ne conserva il patrimonio e promuove studi e manifestazioni culturali.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Palazzo Lancellotti, Roma

Si trova nel Rione Parione, tra Piazza Navona e via della Cuccagna. La costruzione del palazzo è iniziata nella prima decade del 1500 e, dopo diverse vicissitudini, è terminata con l’arrivo dell’architetto napoletano Pirro Ligorio. L’architettura dell’edificio è di tipo tardo rinascimentale. Al piano nobile sono presenti importanti decorazioni ed affreschi.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Palazzo Grimaldi della Meridiana, Genova

Sorto nel 1543 per opera del banchiere genovese Gerolamo Grimaldi, è uno dei 42 palazzi dei Rolli genovesi dichiarati nel 2006 Patrimonio dell’Umanità Unesco. L’edificio costituisce una delle prime e più significative testimonianze del rinnovamento architettonico genovese. Negli anni ha ospitato un ospedale militare e gli uffici del Comune.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Castello di Barone Canavese, Torino

Tra le più importanti architetture barocche della zona, sorge su un vecchio edificio medievale. È stato realizzato tra il 1772 e 1774 dall’architetto Costanzo Michela
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Villa Doria Lamba, Pinerolo – Torino

Conosciuto anche come “Il Torrione”, è un complesso di origine medioevale strutturato su tre piani. Si possono ammirare salone da ballo, pavimento a mosaico in marmi policromi. Il parco che circonda la villa, disegnato da Xavier Kurten, si ispira ai parchi all’inglese di gusto romantico.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Palazzo Spada, Ruvo di Puglia – Bari

Edificato nel XVI secolo, è stato la sede del Palazzo di Giustizia e dell’Universitas di Ruvo. L’atrio del palazzo è arricchito da una balaustra cinquecentesca decorata da sette bassorilievi con scene mitologiche e allegoriche, tra cui la Nascita di Atena, l’allegoria della Felicità, dell’Invidia e dell’Adulazione.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Palazzo Gondi, Firenze

Progettato dall’architetto Giuliano da Sangallo è sorto sulla superficie di un gruppo di case preesistenti, in una delle quali avrebbe risieduto Leonardo da Vinci. È uno dei rari esempi di palazzo fiorentino ancora di proprietà della famiglia che lo fece costruire.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Castello Monticelli, Castiglione della Valle - Perugia

Fino alla fine del Quattrocento è stato un monastero benedettino, poi si è trasformato in residenza estiva nobiliare. È ancora oggi una struttura ricettiva.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 
 

Villa da Schio, Costozza – Vicenza

Realizzata a metà del Seicento, è una delle più evidenti testimonianze dell’architettura veneta in Italia, con il corpo centrale caratterizzato da un cortile interno contornato dal classico colonnato con tradizionali barchesse e la Cappella. Il progetto della villa è attribuito all’Architetto Antonio Pizzocaro che seguì le orme palladiane.
 Foto: Associazione Dimore Storiche Italiane 

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Sblocca Cantieri e Decreto Crescita, cosa ne pensi? Partecipa