Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
PNRR, assegnati alle Regioni 7,5 miliardi di euro per infrastrutture ed edilizia
LAVORI PUBBLICI PNRR, assegnati alle Regioni 7,5 miliardi di euro per infrastrutture ed edilizia
AZIENDE

Ricerca choc: un'ora sola al giorno a contatto con la natura, in Italia anche meno

di Velux

Commenti 1380
31/05/2019 - La realtà supera l’immaginazione. I dati della ricerca condotta da YouGov fra marzo e aprile 2019 su un campione di quasi 17.000 persone in 15 Paesi fra cui Europa e Stati Uniti, non lasciano dubbi. Nonostante il 90% degli intervistati esprima il desi-derio di trascorrere più tempo a contatto con la natura, più della metà (52%) dichiara che in media vi passa meno di un’ora alla settimana, dato che sale al 66% in Italia. Se il 77% vorrebbe cambiare il proprio stile di vita, In Italia questa percentuale sale addirittura all’88%. Appare evidente anche la consapevolezza che da bambini questo rapporto era ben diverso: l’85% degli intervistati sostiene che nell’infanzia trascorreva molto più tempo nella natura di quanto non ac-cada ai bambini di oggi e mostra preoccupazione per un trend crescente e che con conosce confini.
"Sapere che la maggior parte delle persone non trascorra nemmeno un'ora al giorno a contatto con la natura ci preoccupa profondamente, soprattutto perché sappiamo che una connessione con l'ambiente naturale ha benefici indiscussi sul nostro benessere psico-fisico" - ha commentato Peter Foldbjerg esperto di climatizzazione indoor - Il sondaggio mostra però che le persone stanno sviluppando una maggior consapevolezza rispetto a questo stile di vita e pertanto diventa fondamentale trovare nuovi modi per riportare la natura nella nostra quotidianità."

Secondo una recente analisi condotta da RAND Europe, istituto di ricerca indipendente, a riprova del crescente interesse dell'opinione pubblica ma anche della comunità scientifica, si è passati da 300 articoli pubblicati nel 2010 sulla con-nessione tra natura, salute fisica e mentale, ai quasi 1.700 nell'ultimo anno.

Ad esempio lo scienziato comportamentale Terry Hartig, docente all'Università di Uppsala, ha condotto uno studio che documenta come il contatto diretto con la natura riduca il rischio di malattie da stress cronico e generi una serie di risultati intermedi come il benessere soggettivo, benessere che diventa necessario portare anche negli spazi chiusi, dove trascorriamo quasi il 90% del nostro tempo.

"Molte persone non hanno idea degli effetti benefici che una corretta progettazione della luce naturale e della ventilazione possono portare e di quanto sia semplice far entrare la natura in casa - ha dichiarato Marco Soravia, responsabile tecnico di VELUX Italia - Le nostre case sono il punto di partenza ideale per portare avanti questo cambiamento perché sono i luoghi che contengono le nostre vite e quelle dove trascorriamo buona parte del nostro tempo. Questo non solo per migliorare l’aspetto degli spazi che viviamo, ma soprattutto per far crescere il nostro benesse-re all’interno di essi. Noi di VELUX vorremmo aiutare la INDOOR GENERATION, por-tando le persone a ricostruire e rimodellare gli spazi in cui vivono, in modo da poter godere della luce naturale, dell’aria fresca, dei panorami, dei suoni dell’ambiente esterno."

Dopo il grande successo dello scorso anno raggiunto con il video INDOOR GENERATION, 116 milioni di visualizzazioni ottenute ad oggi, la campagna di sensibilizzazione su questi temi da parte di VELUX prosegue con un secondo capitolo, anche questo diretto dal cineasta danese Martin de Thurah. Il film esplora gli effetti che gli stili di vita di una popolazione sempre più urbanizzata hanno sul nostro benessere psico-fisico; una narrazione intensa e serrata che vuole sensibilizzare e invitare gli adulti a tornare a vivere la propria vita e la natura così come si faceva da bambini.

Il futuro è ancora da scrivere.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui