Carrello 0
"Redenzione – Riscatto di Città" a Roma Smistamento
EVENTI

"Redenzione – Riscatto di Città" a Roma Smistamento

Il vernissage questo 11 e 12 maggio in occasione del weekend di Open House

10/05/2019 -  Lo spazio di Roma Smistamento torna ad occuparsi di rigenerazione urbana. Su questo tema infatti si basa la mostra “Redenzione – Riscatto di Città”
Sulle orme dell’iniziativa “ReinvenTIAMO Roma”, promossa da Roma Capitale, con la mostra “Redenzione” si vuole promuovere una nuova visione degli spazi da rigenerare della Città. L’iniziativa prevede una mostra interdisciplinare che offre un quadro d’insieme dell’urbanistica a Roma e una serie di spunti che possano stimolare confronto e dibattito, per trasformare edifici e siti abbandonati della città in luoghi di vita e relazioni. 

Il progetto propone di mappare e mettere in mostra i vuoti urbani e gli edifici dismessi di Roma, non limitandosi a prendere atto della situazione ma inquadrandoli come punti di grande opportunità per il territorio: luoghi da cui far partire il riscatto della città. 

Attraverso il patrocinio della Sapienza e il coinvolgimento della Facoltà di Architettura e il Master in Comunicazione Visiva e Multimediale, si vuole incentivare una riflessione sulla città a più di dieci anni dall’approvazione del PRG
All’interno della mostra saranno esposte le progettualità ipotizzate sul territorio, proposte di studi di Architettura come Labics, Studio Transit e T Studio, per mostrare le tante idee che gravitano sulla Città e che rispondono ai principi di sostenibilità, zero consumo di suolo e rigenerazione. 
A queste realtà di spicco, si somma il contributo dei giovani studi di Architettura emergenti, come Urban Horizon, Grafeo+ e 404 Design, che hanno ipotizzato il nuovo assetto dell’area in trasformazione della Stazione Tiburtina. 
Oltre a tavole tecniche e progettuali, vengono offerte come occasione di riflessione le illustrazioni di H501. Una rappresentazione dei parallelismi tra operazioni di recupero e stato di abbandono, un invito diretto ai cittadini, per unirsi con le istituzioni e trasformare lo spazio urbano. 

La narrazione dei luoghi abbandonati viene svolta attraverso il reportage fotografico a cura di Luca Marchi, Giacomo Gianfelici, che si sono avvicinati agli spettri dei progetti incompiuti o dimenticati, esplorandoli anche da un’inedito punto di vista interno. 

Con il progetto City Playground, Domenico Franco contribuisce con la sua visione, dando una giocosa provocazione sul tema dell “invisibile solido“. Una ricerca formale e geometrica ispirata all’opera dell’artista anarchitetto statunitense Gordon Matta-Clark (1943-1978) che mediante chirurgiche asportazioni di porzioni di organismi architettonici, giungeva ad una lettura stratigrafica e caleidoscopica degli edifici in demolizione. 

Urban Value è invece il progetto di Ninetynine dedicato alla riattivazione temporanea delle aree in transizione. Sul tema, verrà proiettato il progetto di riattivazione della Caserma Guido Reni e delle rimesse Atac. 

A queste proiezioni, si aggiungono quelledel docufilm “Fantasmi Urbani”, con dati e foto relative ai cinema dismessi: un progetto a cura del Prof. Silvano Curcio e degli studenti della Facoltà di Architettura (Sapienza)
Verrà infine affrontato il necessario tema della mobilità, imprescindibile dal tema della rigenerazione, attraverso l’esposizione del progetto di riuso e integrazione delle infrastrutture ferroviarie a Roma curato da Metrovia.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Sblocca Cantieri e Decreto Crescita, cosa ne pensi? Partecipa