Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Conto Termico, online tutte le risposte ai dubbi

di Rossella Calabrese
Commenti 5002

Dal GSE i dati aggiornati sul meccanismo che incentiva efficienza energetica e fonti rinnovabili

Vedi Aggiornamento del 10/06/2019
Commenti 5002
30/05/2019 - Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha messo online da qualche giorno un portale di assistenza nel quale cercare in autonomia le risposte ai quesiti più frequenti sul Conto Termico.
 
L’elenco delle risposte alle domande più frequenti è suddiviso per tipologia (FAQ). Nell’ottica di migliorare il servizio, il portale consente di valutare la qualità delle risposte ricevute; ad esempio, oggi le FAQ più votate sono quelle in cui si chiedono chiarimenti sulla sostituzione di un camino a legna con una stufa a pellet ‘idro’, sui bonifici per il Conto Termico e per le detrazioni fiscali e sulla ammissibilità agli incentivi.
 
Infine, sul nuovo portale è disponibile la funzionalità ‘apri una segnalazione’ con cui gli utenti registrati al PortalTermico possono inviare al GSE richieste di informazioni o assistenza.
 
SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL CONTO TERMICO
 
Contestualmente, il GSE ha aggiornato il contatore del Conto Termico (DM 28 dicembre 2012 e DM 16 febbraio 2016) che consente di monitorare l’andamento degli incentivi impegnati attraverso il meccanismo che supporta la realizzazione di interventi di efficienza energetica e impianti termici alimentati a fonti rinnovabili presso privati e pubbliche amministrazioni.
 
Dall’avvio del meccanismo ad oggi, il GSE ha ricevuto circa 211 mila richieste di incentivi, alle quali corrisponde un ammontare di incentivi impegnati di 573 milioni di euro, di cui 168 milioni per interventi realizzati dalla pubblica amministrazione e 405 milioni per interventi realizzati da privati.
 
L’impegno di spesa per il 2019 del Conto Termico ammonta complessivamente a 171 milioni di euro, con un incremento di 18 milioni rispetto al mese precedente per effetto delle nuove richieste ammesse agli incentivi per le quali è previsto il pagamento dei corrispettivi nell’anno in corso.
 
L’impegno di spesa per il 2019 è rivolto per 108 milioni di euro ad interventi realizzati da privati e 64 milioni di euro ad interventi realizzati dalla PA di cui 47 mediante prenotazione. I tre importi di incentivi impegnati sono compatibili con i limiti di spesa annui previsti per privati, PA e prenotazioni nel meccanismo pari rispettivamente a 700, 200 e 100 milioni.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Cosa è cambiato con il decreto SCIA 2? Rispondi al quiz! Partecipa