Carrello 0
FOCUS

Coppi e tegole per la protezione delle coperture

di Alessandra Marra
Commenti 8200

Una panoramica dei modelli che il mercato offre, tra tradizione e innovazione

Commenti 8200
20/06/2019 – Tra i materiali utilizzati per la protezione dei tetti ci sono coppi, tegole e scandole che, pur essendo prodotti con una lunga tradizione alle spalle, si rinnovano costantemente per rispondere alle esigenze del mercato.
 

Tegole e coppi: dalla tradizione all’innovazione

Tegole e coppi, utilizzati già dagli antichi romani, sono tra le più longeve coperture per tetti. Sono caratterizzati da una superficie cilindrica che viene tagliata parallelamente all'asse del cilindro.
 
Esistono diverse tipologie di tegole; ad esempio la tegola portoghese, dalla forma che accosta il semicilindro tipico dei coppi a una superficie piana che facilita l’aggancio alla tegola vicina. Le portoghesi sono ottime per i tetti spioventi, perché permettono l’eliminazione dell’acqua piovana.
 
Oltre alle tegole portoghesi, ci sono le tegole canadesi, le marsigliesi, in cemento e in PVC. Le tegole canadesi sono resistenti all’acqua e al freddo, leggere e facili da trasportare, adatte a diverse superfici. Appaiono come dei fogli spessi di forma rettangolare o quadrata e vengono applicate con colla e chiodi. Le tegole bituminose sono particolarmente impermeabili e isolanti poiché sono realizzate da strati di materie inorganiche impregnati di bitume.

Inoltre, esistono tegole fotocatalitiche (che assorbono gli agenti inquinanti presenti nell’atmosfera,) e fotovoltaiche (che permettono di ottenere energia elettica da quella solare). 
 

Tegole

Tra le tegole in cotto c’è COPPO SANMARCO EVO di Terreal SanMarco che è stata progettata per garantire performance e durata grazie a bordi rialzati, spessori accresciuti, canale di ruscellamento ingrandito e coppatura più accentuata.

 
Tra le coperture piane in alluminio c’è Tegola in alluminio di PREFA ITALIA che con soli 2,3 kg/m² risulta essere allo stesso tempo leggera e resistente.

 
Un esempio di tegola piana in cemento è TEGAL INNOTECH di BMI caratterizzata da una geometria essenziale, un design lineare e una superficie perfettamente piana che evoca le tradizionali lastre in pietra o ardesia.

 
Chi opera in contesti urbani dal valore storico, può optare per SUPERCOPPO® ANTICATO di Tegolaia un prodotto in cemento che si inserisce con la naturalezza della sua forma e dei suoi colori negli stili e tradizioni di ogni contesto.

 
Tra le tegole in ardesia c’è BRENVA di B&B Rivestimenti Naturali che permette di realizzare coperture naturali, leggere, belle e durature.

 
Un altro esempio in alluminio è offerto da Tegola in alluminio di IOROI che, grazie al peso estremamente ridotto e al particolare sistema di aggancio con fissaggio nascosto, permette di intervenire sia nelle ristrutturazioni che nelle nuove realizzazioni ottenendo soluzioni eleganti e prive di manutenzione.


TEGOLE >> VEDI TUTTE
 
Tra le Tegole fotovoltaiche c’è SOLARTEG® GTFV100 un sistema edilizio di copertura idoneo a realizzare tetti solari fotovoltaici di alto valore estetico grazie al bilanciato connubio tra performance tecnica e design.


Tegole canadesi

Tra le tegole canadesi fotocatalitiche c’è ACTI ROOF di TEGOLA CANADESE con graniglie “fotocatalitiche” sulle quali è presente il “Biossido di Titanio (TiO2)”: questa sostanza viene attivata dalle radiazioni UV del Sole ed innesca un processo di ossidazione che trasforma gli agenti inquinanti presenti nell’atmosfera a contatto con le superfici del tetto in sali atossici che vengono successivamente lavati dal tetto per effetto delle acque meteoriche.

 
Tra le tegole bituminose di tipo canadese c’è Polytegola Plus di POLYGLASS costituita da una armatura in velo di vetro impregnata di bitume ossidato e rivestita da graniglia basaltica ceramizzata colorata sulla faccia superiore.


Un altro esempio è GUTTATEC di GUTTA ITALIA, tegola bituminosa impermeabile con armatura interna in fibra di vetro impregnata e rivestita di bitume e con superficie coperta da un granulato minerale.


 

Coppi

Un esempio è COPPO VENETO di CEDA che è studiato dal punto di vista tecnico-funzionale con numerose soluzioni atte a garantire una perfetta tenuta all'acqua (profili laterali ad incastro, nervature rompigoccia), ottima resistenza meccanica (rinforzi e costolature), rapida e agevole posa in opera (naselli di aggancio, dentelli di arresto, perni di appoggio, fori per la chiodatura).


Tra le soluzioni in commercio c’è anche COPPO DA 45 di FORNACE FONTI che risponde, con la sua forma e colorazione, alle esigenze odierne di recupero delle vecchie costruzioni, anche grazie all’ampia tolleranza di sovrapposizione sia longitudinale che trasversale.

 
Un altro esempio è BICOPPO di Vardanega Isidoro che, grazie alla forma e alle dimensioni delle tegole, facilita e velocizza la posa in opera.

 
Tra le soluzioni coibentate c’è ITALCOPPO ECO di ITALPANNELLI, lamiera grecata rivestita da 1,5 cm di poliuretano nudo che ha un miglior isolamento acustico e riduce il fenomeno della condensa.
 
COPPI >> VEDI TUTTI
 

Scandole

Tra le scandole metalliche c’è Soluzioni di copertura TECU di KME Architectural, elementi di rivestimento per coperture, in diverse finiture, realizzati in rame e leghe di rame TECU®.

 
Un altro esempio è ADEKA di VMZINC, un sistema brevettato per coperture composto da elementi pre-sagomati a losanga con lati di 40 cm, su supporto in polistirene, muniti di una particolare chiavetta di posizionamento integrata al sistema.

 
Tra le scandole in cotto c’è SK1N di FORNACE S. ANSELMO che prevede un sistema di posa che si adatta ad ogni condizione di supporto: è previsto un telaio in legno sul quale sono fissate a secco mediante viti le piastre in cotto.

 
Se si vuole optare per coperture artistiche c’è SQUAMA TILE di CEIPO CERAMICHE, una scandola smaltata per cupole di dimensioni esterne 18 x 15 cm che è possibile personalizzare con un estetica diversa e 220 colori disponibili.


 
SCANDOLE >> VEDI TUTTE

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa