Carrello 0
NORMATIVA

Riqualificazione edilizia ed energetica, la ricetta del decreto Crescita

di Paola Mammarella
Commenti 12282

Imposte ridotte per la valorizzazione degli immobili, sismabonus per l’acquisto di case antisismiche anche in zona 2 e 3 e sconti alternativi ai bonus sulla casa

Vedi Aggiornamento del 18/07/2019
Commenti 12282
27/06/2019 – Incentivi per la valorizzazione edilizia, pensati per far ripartire il mercato dei lavori e stimolare l’acquisto di case sicure dal punto di vista sismico ed energeticamente efficienti. Sono gli obiettivi del ddl Crescita, approvato oggi dal Senato, che tenta anche di potenziare la diffusione degli interventi agevolati con l’Ecobonus e il Sismabonus attraverso sconti immediati praticati dalle imprese.
 

Incentivi per la valorizzazione edilizia

Le misure in arrivo sono state pensate per favorire da un lato la rigenerazione urbana e dall’altro aumentare la domanda di lavori e di acquisto di case sicure ed efficienti.
 
Fino al 31 dicembre 2021, le imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare che acquistano interi fabbricati per demolirli e ricostruirli, anche con variazione volumetrica, o per effettuare interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, per poi rivenderli entro i successivi 10 anni, pagheranno l’imposta di registro e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di euro 200 ciascuna. Per ottenere il beneficio, l’edificio dopo i lavori dovrà essere conforme alla normativa antisismica e classificato in classe energetica NZEB, A o B. In caso di mancato rispetto dei requisiti, si dovranno pagare le imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura ordinaria, nonché una sanzione del 30% delle stesse imposte e gli interessi di mora a decorrere dall'acquisto dell'immobile.
 

Sismabonus per l’acquisto anche in zona 2 e 3

Chi comprerà una unità immobiliare in un edificio demolito e ricostruito in zona 1, 2 o 3, potrà ottenere una detrazione pari al 75% del prezzo se dalla realizzazione degli interventi deriva una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio a una classe di rischio inferiore, o dell’85% se si ottiene invece il passaggio a due classi di rischio inferiore. Fino a che la legge "Crescita" non entrerà in vigore, questa possibilità sarà riconosciuta solo nelle zone 1.
 

Sconto al posto di ecobonus e sismabonus e ulteriore cessione del credito

I soggetti che effettueranno interventi di messa in sicurezza dal rischio sismico e di efficientamento energetico potranno ricevere un contributo, anticipato dal fornitore che ha effettuato l’intervento, sotto forma di sconto sul corrispettivo spettante. Il contributo sarà recuperato dal fornitore sotto forma di credito d'imposta, di pari ammontare, da utilizzare in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo, senza l’applicazione dei limiti di compensabilità. In alternativa, il fornitore che ha effettuato gli interventi potrà cedere il credito d'imposta ai propri fornitori di beni e servizi. Vietata invece la cessione ad istituti di credito e ad intermediari finanziari.
 

Conto termico e monitoraggio

I decreti interministeriali ai quali è demandata l’attuazione dei meccanismi di erogazione dei contributi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e per interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni dovranno stabilire gli eventuali obblighi di monitoraggio a carico del soggetto beneficiario.
 
Gli obblighi di monitoraggio dovranno essere stabiliti prevedendo, in particolare, che, qualora gli interventi incentivanti siano stati eseguiti su impianti di amministrazioni pubbliche, queste, nel caso di scadenza del contratto di gestione nell’arco di cinque anni successivi all’ottenimento degli stessi incentivi, assicurino il mantenimento dei requisiti mediante clausole contrattuali da inserire nelle condizioni di assegnazione del nuovo contratto.


Leggi le misure del ddl ‘Crescita’ per la progettazione e i lavori pubblici

Leggi le misure del ddl ‘Crescita’ per professionisti e imprese
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa