Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Asili nido e scuole dell’infanzia, pubblicato il bando da 3 miliardi di euro
LAVORI PUBBLICI Asili nido e scuole dell’infanzia, pubblicato il bando da 3 miliardi di euro
AZIENDE

Miglioramento strutturale del solaio: intervenire a secco ora è possibile

di Sicurtecto

17/07/2019 - Nel corso degli anni il solaio può essere soggetto alla perdita delle proprie capacità strutturali originali e può subire delle deformazioni. Tali deformazioni sono ammesse, purché siano limitate, controllate e avvengano in modo elastico. Ma quando sono eccessive e non vengono gestite tempestivamente, i danni diventano irreversibili e compromettono la stabilità del solaio: si può arrivare al collasso dell’impalcato.

Fortunatamente questo caso limite non si verifica spesso.  Più frequenti sono problemi riconducibili a solaio snello, quando il rapporto tra luce e spessore non è sufficiente per garantire la corretta rigidezza, alla necessità di adeguamento alle norme vigenti o, ad esempio, quando si decide di cambiare la destinazione d’uso di un locale, andando a modificare intensamente i carichi o le zone maggiormente sollecitate. In questi casi è necessario intervenire per evitare che il solaio perda la propria stabilità: mettere in sicurezza diventa indispensabile per garantire l’incolumità delle persone e l’agibilità degli ambienti.  
 
I problemi strutturali mettono a rischio la stabilità del solaio. Ma come intervenire?
Durante la fase di progettazione del solaio, vengono previsti dei requisiti di stabilità e sicurezza. Nel momento in cui non si è più in grado di garantire tali parametri, o perché i parametri con cui è stato costruito non rispettano le attuali normative vigenti, diventa necessario intervenire con un sistema che rinforzi e migliori il comportamento strutturale dell’impalcato.

Nel tempo però, spesso è stato scelto di non intervenire a causa della mancanza di soluzioni agevoli per migliorare il comportamento strutturale. Fino ad oggi era infatti necessario ricorrere a interventi invasivi, specializzati e costosi, che limitavano le possibilità di mettere in sicurezza.

È proprio per contrastare la diffusione dei rischi e per consentire di risolvere situazioni di non conformità, che nasce la necessità di trovare soluzioni pratiche che rendano possibile la messa in sicurezza dei solai, tutelando sia chi vive gli edifici sia chi ha la responsabilità di gestirli.
 
Messa in sicurezza a secco, ora è possibile grazie al controsolaio.
Di fronte all’esigenza di trovare una soluzione non invasiva per il miglioramento strutturale del solaio, è stato studiato un sistema in grado di rendere pratici ed agevoli gli interventi, che consente di mettere in sicurezza prima che i problemi strutturali si aggravino, migliorando la stabilità del solaio e allungando la sua vita utile.

Il controsolaio è la soluzione per il miglioramento strutturale dei solai che sfrutta la tecnologia a secco. Questo sistema permette di intervenire senza demolizioni e ricostruzioni, limitando l’invasività attraverso una posa in opera pratica, ottimizzando così sia le risorse che i tempi di intervento.
 
PRETECTO®: il controsolaio a secco per il miglioramento strutturale.
Sicurtecto srl, che da 30 anni studia i solai e le relative patologie, ha sviluppato il controsolaio PRETECTO®, progettato per migliorare il comportamento strutturale del solaio attraverso tecnologia a secco, senza andare a discapito delle prestazioni.

PRETECTO® è il controsolaio che migliora la capacità strutturale del solaio. Si avvale di un sistema composto da nervature e lastre armate, posizionate all’intradosso del solaio con la funzione di rompitratta. Il controsolaio PRETECTO® irrigidisce il solaio senza alcun tipo di demolizione, permettendo così di ridurre i tempi, i costi e l’invasività di intervento rispetto ai metodi tradizionali, rendendo possibile la messa in sicurezza dei solai.

PRETECTO® è un sistema brevettato:
Grazie all’innovativa tecnologia del controsolaio, PRETECTO® ha facilitato la messa in sicurezza aprendo nuove possibilità di intervento nel mondo del miglioramento strutturale. In questo modo i professionisti dell’edilizia possono scegliere soluzioni più agevoli e ridurre i costi della messa in sicurezza.

Certificato dal Politecnico di Milano:
La praticità di un sistema a secco non deve andare a discapito della sicurezza e delle prestazioni. Per verificare l’efficacia del controsolaio sono stati eseguiti rigidi test dal Politecnico di Milano, che hanno valutato il comportamento di PRETECTO® e certificato i benefici apportati al solaio.
 
Sicurtecto su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui