Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
NORMATIVA

Bonus mobili, l’acquisto di una lavasciuga è agevolabile?

di Paola Mammarella

Dipende dalla classe energetica. Il Fisco spiega cosa fare se un elettrodomestico non è nell’elenco degli apparecchi agevolati

Vedi Aggiornamento del 04/09/2020
Commenti 9122
Foto: Natalia Oskanova©123RF.com
19/07/2019 – Si ha diritto al bonus mobili per l’acquisto di una lavasciuga biancheria? L’Agenzia delle Entrate, con la risposta 249/2019, ha affermato che dipende da una serie di fattori, primo tra tutti la classe di efficienza energetica dell’elettrodomestico.
 

Bonus mobili ed elettrodomestici, i requisiti per ottenerlo

L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che ai contribuenti che fruiscono del bonus ristrutturazioni per interventi iniziati a decorrere dal 1º gennaio 2018, è riconosciuta una ulteriore detrazione per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica “A+” o superiore e “A” o superiore per i forni, destinati ad arredare l’immobile interessato. 
 
La circolare 7/2018 ha specificato che, per ottenere la detrazione, gli elettrodomestici devono essere provvisti di etichetta energetica. L’acquisto di grandi elettrodomestici sprovvisti di etichetta energetica è agevolabile solo se, per quella tipologia, non è ancora previsto l’obbligo di etichetta energetica.

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI
 
La circolare ha anche stabilito che, per individuare i grandi elettrodomestici agevolabili, bisogna fare riferimento all’elenco, meramente esemplificativo e non esaustivo, contenuto nell’Allegato II del D.lgs. 49/2014.
 

Bonus mobili, e le lavasciuga?

Le lavasciuga non sono presenti nell’elenco indicato. Con la risposta all’interpello, l’Agenzia ha però spiegato che dal decreto del Ministero dell’industria, del commercio e dell’artigianato del 7 ottobre 1998 si desume che le classi di efficienza energetica per le lavasciuga che vanno da A (consumi di energia più bassi) a G (consumi di energia più alti).
 
Per le lavasciugatrici, si legge quindi nella risposta, l’etichetta energetica prevede attualmente la classe energetica A come massima efficienza energetica.
 
Considerando che l’elenco allegato al D.lgs 49/2014 non è esaustivo e che la normativa tende ad agevolare l’acquisto di grandi elettrodomestici ad alta efficienza energetica, l’Agenzia delle Entrate ha concluso che l’acquisto di una lavasciuga in classe A è agevolabile.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui