Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus e bonus facciate, come è andata finora
MERCATI Superbonus e bonus facciate, come è andata finora
AZIENDE

Camp, come togliere la muffa dai muri prima di imbiancare

di CAMP

  Commenti 26870
05/08/2019 - Imbiancare le pareti è uno degli interventi principali per rinnovare e dare un nuovo volto alla propria casa.

Scegliere la giusta tonalità di colore in ogni ambiente e fare in modo che questo si abbini con l’arredo, conferisce alla casa un aspetto di sicuro più confortevole. In generale, è consigliabile optare per colori chiari e neutri, soprattutto in caso di arredamento o tessuti colorati. In alternativa, per dare un tocco originale e contemporaneo ad uno degli ambienti, si potrebbe optare per  l’unione di due colori differenti: una tonalità più particolare o più scura su una parete e una più chiara o bianca sulle altre.

Prima di iniziare e scegliere la giusta pittura, è opportuno però valutare lo stato delle pareti, se sono in buono stato o se presentano dei problemi specifici, come ad esempio la muffa.

IMBIANCARE UNA PARETE CON MACCHIE DI MUFFA
In caso di pareti che presentano macchie di muffa una delle operazioni preliminari e particolarmente importanti è la rimozione della stessa.

Tra i suggerimenti più diffusi in caso di muffa sui muri c’è l’utilizzo di una pittura lavabile-superlavabile poichè crea un film superficiale che impedisce all’acqua e all’umidità di penetrare. Il film creato però, non impedisce il proliferare della muffa se questa è presente negli strati più profondi.

Ciò significa che la muffa, pur non essendo visibile, potrebbe continuare a riprodursi in profondità.

La soluzione? Un intervento completo di sanificazione delle pareti prima di procedere con scelta della giusta pittura e quindi con la pitturazione.

TRATTAMENTO ANTIMUFFA COMPLETO
Il trattamento antimuffa combinato Camp Surface Care, in poche semplici mosse, consente di eliminare la muffa dalle pareti e prevenirne la ricomparsa.

1. RIMUOVERE LE INFESTAZIONI
Sulla superficie interessata da macchie e annerimenti causati dalla muffa suggeriamo di applicare, con rullo o pennello, il risanante murale Muffa Control Risanante. Il prodotto, grazie alla sua speciale formulazione, svolge un’azione  sia curativa che preventiva. Infatti, rimuove completamente le infestazioni presenti e evita per lungo tempo la proliferazione di muffe

2. PULIRE LA SUPERFICIE
Dopo circa 48 ore, pulire e carteggiare la superficie trattata per rimuovere le macchie e i residui di muffa che è divenuta inerte dopo il trattamento.

3. APPLICARE IL FISSATIVO ANTIMUFFA
Successivamente, su pareti e soffitti sani ed asciutti, applicare il fissativo acrilico antimuffa FixAcryl Antimuffa. Il prodotto contribuisce al migliore ancoraggio della pittura ed esercita una buona azione antimuffa.

4. ADDITIVARE LA PITTURA  E PROCEDERE CON LA PITTURAZIONE
In più, nell’idropittura scelta, è consigliabile diluire Muffa Control Additivo per potenziare l’azione antimuffa.

Dopo la pitturazione, su superficie asciutta, consigliamo di applicare nuovamente sull’ intera superficie  il risanante murale Muffa Control Risanante. Il prodotto contiene speciali preservanti, che conferiscono alla pittura una protezione preventiva dalla formazione di muffe da condensa, soprattutto negli ambienti più umidi.


CAMP su Edilportale.com
 


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Leggi i risultati