Network
Pubblica i tuoi prodotti
LAVORI PUBBLICI

Impianti sportivi, nel 2020 ‘Sport bonus’ e 40 milioni di euro per ‘Sport e periferie’

di Alessandra Marra

La Manovra 2020 proroga il credito d’imposta del 65% e la delibera CIPE anticipa le risorse destinate alla ristrutturazione delle strutture

Vedi Aggiornamento del 06/11/2019
Commenti 6535
31/10/2019 – Nel 2020 si potrà continuare a beneficiare di numerose misure per la ristrutturazione, il completamento e la costruzione di impianti sportivi.
 
La bozza della Legge di Bilancio 2020, infatti, prevede la proroga dello sport bonus, cioè il credito d’imposta previsto per le erogazioni liberali destinate a finanziare gli interventi di manutenzione, restauro e nuova costruzione di impianti sportivi pubblici. Inoltre, la delibera Cipe 45/2019 assicura maggiori risorse nell’immediato al Fondo ‘Sport e Periferie’, assicurando 40 milioni di euro nel 2020, in luogo dei 25 milioni previsti.
 

Impianti sportivi: ok allo Sport Bonus 2020

Anche per il 2020 è previsto un credito d’imposta in misura pari al 65% delle erogazioni effettuate, riconosciuto alle persone fisiche e agli enti non commerciali nel limite del 20% del reddito imponibile e ai titolari di reddito d’impresa nel limite del 10 per mille dei ricavi annui.
 
Il credito d’imposta sarà riconosciuto per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso del 2020 per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

Per il 2020 il limite complessivo di spesa previsto per lo sport bonus è pari a 13,2 milioni di euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo.
 

Sport e periferie: 40 milioni di euro nel 2020

La delibera 45/2019 modifica l’articolazione finanziaria del Piano operativo sport e periferie in questo modo:
anno 2019: milioni di euro 45,00 (invariato);
anno 2020: milioni di euro 40,00 (in luogo di 25,00);
anno 2021: milioni di euro 60,00 (in luogo di 25,00);
 anno 2022: milioni di euro 60,00 (in luogo di 25,00);
 anno 2023: milioni di euro 25,00 (invariato);
 anno 2024: milioni di euro 10,00 (in luogo di 20,00);
 anno 2025: milioni di euro 10,00 (in luogo di 85,00).
 
Le risorse dal 2019 al 2025 rimangono pari a 250 milioni di euro ma assicurano maggiore liquidità nell’immediato.
 
Ricordiamo che il Piano prevede finanziamenti per la realizzazione, la rigenerazione e il completamento di impianti sportivi finalizzati all'attività agonistica, localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane con l'obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali esistenti.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Crediti Formativi Professionali, li hai conseguiti tutti? Partecipa