Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate 90% solo per centri storici e zone B
NORMATIVA Bonus facciate 90% solo per centri storici e zone B
FOCUS

Impianti idrici, le reti di adduzione

di Alessandra Marra

Tubazioni, pompe, circolatori e contatori per la gestione delle acque

Vedi Aggiornamento del 27/11/2019
Commenti 9725
14/11/2019 – Un impianto idrico sanitario, preposto all'adduzione, alla distribuzione e allo smaltimento dell'acqua in un edificio, comprende diversi elementi: reti, componenti, apparecchiature, accessori e scarichi, nelle quantità idonee a soddisfare le esigenze dell'utenza.
 
In particolare, un impianto idrico si suddivide in tre sistemi tecnologici: approvvigionamento (adduzione, produzione e distribuzione di acqua calda e fredda), scarico delle acque reflue (acque nere e grigie) e smaltimento delle acque piovane (acque bianche). In questo focus ci concentreremo sulle reti di adduzione.

Impianti idrici: le reti di adduzione 

Un impianto idrico di adduzione inizia nel punto di allacciamento alla rete pubblica dell'acqua potabile e termina nel punto in cui l'acqua viene utilizzata, ovvero l'apparecchio sanitario (rubinetto, vasca da bagno, bidet, ecc).
 
I sistemi di adduzione presenti in quasi tutte le abitazioni si allacciano direttamente alla rete pubblica dell'acquedotto.
 
All'interno della rete, l'acqua è tenuta alla pressione di circa 5 – 6bar, in modo tale da poter raggiungere i piani più alti degli edifici, mentre nelle tubazioni di distribuzione dell'acqua nei fabbricati la pressione non deve superare i 3bar per evitare rumori, colpi d’ariete e rotture delle tubazioni. A tal fine si utilizzano dei riduttori di pressione che mantengono a valle dell'impianto la pressione stabilita. Tali riduttori vengono montati a monte della rete di distribuzione interna e a valle del contatore.

Tubazioni e pezzi speciali per reti idriche

Le tubazioni scelte per le reti idriche devono assicurare determinati requisiti a seconda dell’ambiente nel quale vengono installate. Inoltre, devono garantire elevata resistenza termica e meccanica, evitare problemi di corrosione ed essere conformi ai regolamenti igienici relativi al trasporto di acqua potabile. Anche i raccordi tra le varie tubazioni devono essere resistenti e flessibili e sicuri.

Tra i sistemi a innesto per l'adduzione idrica e il riscaldamento c’è PUSHFIT di Geberit composto da tubi multistrato, resistenti e flessibili e da raccordi ad innesto robusti, facili da collegare e sicuri. In questo modo consente di sveltire tutte le operazioni di allacciamento ai piani, o di allacciamento ai radiatori in modo compatibile con gli altri sistemi.

 
Un altro esempio è RAUTITAN stabil di REHAUun tubo per impianti di acqua potabile e riscaldamento, completo di raccordo e manicotto autobloccante, che consente di realizzare un collegamento a tenuta stagna duraturo, senza creare punti di ristagno e senza richiedere O-ring o guarnizioni aggiuntive.

 
Tra i componenti per rete idrica c’è SMARTPRESS di Viega Italia, un sistema innovativo di tubi polimerici e raccordi di acciaio inossidabile e bronzo progettati per ridurre al minimo le perdite di carico; sono dotati del dispositivo di sicurezza SC-Contur che rileva giunzioni non pressate già durante il riempimento dell’impianto per il collaudo.

 
Tigris M5 di WAVIN ITALIA è il nuovo raccordo a pressare in ottone per tubi multistrato pensato per gli installatori che prediligono l’utilizzo dei raccordi metallici e perfetto per la realizzazione di impianti di acqua sanitaria e riscaldamento. Il prodotto offre il passaggio interno più ampio tra tutti i sistemi radiali presenti sul mercato, è compatibile con i più comuni profili di ganascia e vanta l'esclusiva funzione ACOUSTIC LEAK ALERT, che durante i test di collaudo con aria emette un forte allarme acustico in caso di mancata pressatura.


 
Un esempio di raccordo è MULTI PRESS LEAK di IVAR, realizzato in PPSU, materiale plastico ad elevata resistenza termica e meccanica, che garantisce elevate prestazioni ed evita problemi legati alla corrosione che si possono verificare con raccordi di tipo metallico. Inoltre, permette di evitare inconvenienti e danni in caso di dimenticata pressatura in quanto in sede di prova dell’impianto l’installatore è in grado di individuare immediatamente eventuali perdite e correre ai ripari pressando correttamente il raccordo.

 
Infine, c’è PRINETO T di Würth, un raccordo resistente alla dezincatura e utile per la diramazione o il convogliamento di flussi.


TUBAZIONI E PEZZI SPECIALI PER RETI IDRICHE >> VEDI TUTTE
 

Pompe e circolatori per impianti idrici

Le pompe elettroniche di circolazione possono essere utilizzate in impianti sanitari, di riscaldamento, ventilazione e condizionamento;  generalmente hanno il compito di mantenere in circolazione il fluido che circola nel sistema.
 
Tra i circolatori elettronici gemellari c’è Vega RGDA di RIELLO che, con motore ad alto rendimento, garantisce elevate prestazioni e risparmio energetico.

 
Se si opta per le elettropompe centrifughe si può scegliere NKM-GE CON INVERTER MCE/P-MCE di Dab Pumps con corpo a spirale monostadio in ghisa, supporto in ghisa e con tenuta meccanica normalizzata.

 
Un altro esempio è KIT ECO PLUS di Otto Graf, console di alimentazione acqua potabile comprensiva di: pompa autoclave ksb tipo superinox, unità di prelievo galleggiante, flangia passaparete dn 100, set di etichette e tubo di aspirazione in pe 12 m.

 
In caso di pressurizzazione idrica per l'alimentazione di acqua ad uso antincendio, si può optare per SIFIRE EN di WILO Italia con alimentazione idrica completamente automatica per impianti antincendio con sistema di irrigazione a pioggia in edifici residenziali, commerciali, pubblici e industriali, hotel, ospedali e centri commerciali.

 
Tra le pompe solari c’è SOLARWATER di Ecolibrì, una pompa sommersa a corrente continua che può essere alimentata direttamente da 4 pannelli solari collegati in serie (12V-80W o 12V-125W ciascuno), o da 1 o 2 pannelli con tensione nominale 24V collegati in parallelo, o da batterie.
 
POMPE E CIRCOLATORI PER IMPIANTI IDRICI >> VEDI TUTTI
 

Contatori, misuratori per impianti idrici

Un esempio è GE550 di Giacomini che permette di contabilizzare l'acqua sanitaria calda e fredda e, nella versione speciale, consente anche la contabilizzazione delle acque di servizio negli edifici dove sono presenti reti duali per la distribuzione dell'acqua.
 
Ci sono anche i Misuratori di portata per acque reflue di POZZOLI DEPURAZIONE che possono essere utilizzati negli impianti di depurazione biologica, di prime piogge e da scarichi civili ed industriali.  

 
CONTATORI, MISURATORI PER IMPIANTI IDRICI >> VEDI TUTTI

Per lo stoccaggio dell’acqua si possono utilizzare Serbatoi ed impianti di autoclave e i Sistemi di recupero acqua piovana. Tra le apparecchiature di trattamento dell’acqua ci sono i Filtri di depurazione acqua, che hanno il compito di trattenere la sabbia e i solidi sospesi nell'acqua; i Dosatori di polifosfati che immettono nell'acqua sali stabilizzatori in grado di inibire la precipitazione dei sali incrostanti e/o formare film protettivi contro le corrosioni.
 
RETI DI ADDUZIONE >> VEDI TUTTE
 
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus Casa: li conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa