Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate 90% solo per centri storici e zone B
NORMATIVA Bonus facciate 90% solo per centri storici e zone B
RISTRUTTURAZIONE

Art Bonus esteso alle chiese di Venezia e Matera

di Rossella Calabrese

Credito d’imposta del 65% per le donazioni in favore del patrimonio ecclesiastico danneggiato da acqua alta e fango

Vedi Aggiornamento del 03/12/2019
Commenti 2527
28/11/2019 - L’Art Bonus, l’agevolazione fiscale al 65% per le donazioni in cultura introdotta nel 2014 dal Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo (Mibact) Dario Franceschini, ha superato i 400 milioni di euro ed è diventata un modello in Europa per il mecenatismo culturale.
 
Lo dice il Mibact in una nota. “Questi dati - afferma il Ministro Franceschini - dimostrano quanto questa misura stia funzionando e quanto i cittadini e le realtà economiche dei territori tengano alla cura del proprio patrimonio culturale.
 
“Per questo motivo, nei giorni della forte ondata di maltempo che ha colpito Matera, Venezia e la sua laguna, abbiamo avviato una iniziativa legislativa, accolta da un ampio sostegno parlamentare, per includere le chiese danneggiate dall’acqua alta e dal fango e detriti tra le realtà che possono fruire di questa forma di fiscalità di vantaggio”.
 
L’emendamento al Decreto Sisma approvato la scorsa settimana dalla Commissione Bilancio della Camera che estende i benefici dell’Art Bonus interventi di manutenzione, protezione e restauro dei beni culturali di interesse religioso, anche appartenenti ad enti ed istituzioni della Chiesa cattolica o di altre confessioni religiose, colpiti dalla marea eccezionale nella laguna di Venezia e dal maltempo a Matera è ora all’esame dell’Aula. Si tratta di un segnale di attenzione delle istituzioni ai beni storici, artistici e architettonici di due siti patrimonio mondiale dell’umanità.

Gli ultimi dati dell’applicazione dell’Art Bonus - fa sapere il Mibact - evidenziano che le donazioni si concentrano maggiormente nelle regioni del centro Nord, mentre la misura ancora fatica nel Mezzogiorno. A fronte dei 403 milioni di euro donati ci sono circa 13.300 i mecenati che in cinque anni hanno beneficiato oltre 2.200 realtà per un totale di oltre 3.400 interventi.

 

Gli stanziamenti per Venezia, la laguna e il MOSE

Ricordiamo che, due giorni dopo l’eccezionale acqua alta a Venezia, il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza e ha stanziato 20 milioni di euro. Qualche giorno più tardi, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha fatto sapere che sono pronti ulteriori 65 milioni di euro per la salvaguardia e la conservazione della laguna di Venezia.

Inoltre, la Camera ha approvato una mozione he impegna il Governo a “dare tutta la copertura finanziaria che sarà necessaria a fronteggiare lo stato di emergenza nel territorio del comune di Venezia” e a rifinanziare la legge speciale per Venezia con almeno 1 miliardo di euro in 10 anni (ritenuto insifficiente dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che ha chiesto 1,5 miliardi di euro in 10 anni).

In aggiunta a queste risorse, la Legge di Bilancio 2020 assicurerà ulteriori 325 milioni di euro per completare il MOSE entro il 2021 e 40 milioni aggiuntivi per interventi in tutti i comuni della laguna.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus Casa: li conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa