Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate 90% solo per centri storici e zone B
NORMATIVA Bonus facciate 90% solo per centri storici e zone B
RISTRUTTURAZIONE

Bonus mobili, vale soltanto per le spese di acquisto?

di Alessandra Marra

Ecco le condizioni da rispettare per usufruire della detrazione

Vedi Aggiornamento del 05/12/2019
Commenti 8938
foto: kzenon ©123RF.com
28/11/2019 – Il bonus mobili permette di portare in detrazione altre spese oltre a quelle di acquisto?
 
Sì, infatti, tra le spese detraibili si possono includere quelle di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, oltre a quelle per l’acquisto di mobili nuovi (escluso l’acquisto di porte, pavimentazioni, tende e tendaggi, altri complementi di arredo) e grandi elettrodomestici.
 

Bonus mobili 2019: cosa prevede

Ricordiamo che la misura prevede una detrazione del 50%, con un tetto di 10mila euro per unità immobiliare, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione che abbia anche usufruito del bonus ristrutturazione.  Per avere l’agevolazione è indispensabile, infatti, realizzare una ristrutturazione edilizia e usufruire della relativa detrazione.

Per ottenere il bonus è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile. 

Hanno diritto alla detrazione: il proprietario o il nudo proprietario o il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie). 
 
Da novembre 2018 è stato introdotto l’obbligo di invio all'Enea anche dei dati relativi ad interventi che, pur non usufruendo dell'ecobonus, prevedono il conseguimento di un risparmio energetico; quest'obbligo riguarda anche gli elettrodomestici, in particolare: forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga e lavatrici.
 
L’Agenzia delle Entrate, però, ha chiarito che la mancata o tardiva trasmissione della comunicazione all’Enea non implica la perdita del diritto alle detrazioni.

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS MOBILI
 

Bonus mobili: come pagare le spese di acquisto, trasporto e montaggio

Per avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito. Non è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.
 
Stesse modalità devono essere osservate per il pagamento delle spese di trasporto e montaggio dei beni.
 

Bonus mobili: in arrivo proroga al 2020

La bozza delle Legge di Bilancio 2020 prevede la proroga di un altro anno della detrazione del 50% per l’acquisto degli arredi; senza tale proroga la detrazione decadrebbe e non sarebbe più possibile usufruirne il prossimo anno.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus Casa: li conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa