Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Tettoia realizzata senza permesso di costruire, per i giudici è ok
NORMATIVA Tettoia realizzata senza permesso di costruire, per i giudici è ok
NORMATIVA

Piano Casa Sardegna prorogato al 30 giugno 2020

di Paola Mammarella

Sei mesi di tempo in più per ampliamento e sostituzioni edilizie. Attese per il prossimo anno le modifiche in materia urbanistica e paesaggistica

Vedi Aggiornamento del 07/01/2020
Commenti 11879
Foto: Alessandro-Vallainc©123RF.com
20/12/2019 – Miniproroga per il Piano Casa della Sardegna. Il consiglio Regionale ha approvato il disegno di legge che allunga di sei mesi, fino al 30 giugno 2020, i termini per realizzare gli ampliamenti volumetrici e gli interventi di demolizione e ricostruzione e delocalizzazione.
 

Piano Casa Sardegna, proroga di 6 mesi

La norma approvata dal Consiglio regionale prevede solo la proroga dei termini, ma nessuna modifica al Piano Casa attualmente vigente. Lo slittamento è utile a non creare vuoti normativi nell’attesa che sia approvata la legge di modifica del Piano Casa, con la quale saranno introdotte novità in materia di edilizia, normativa e urbanistica.
 
La proroga del Piano Casa deliberata dal Consiglio regionale potrebbe quindi essere l’ultima. A gennaio 2020 sarà presentata la nuova legge, che avrà un respiro più stabile e organico.

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL PIANO CASA SARDEGNA
 

Sardegna, le proposte di modifica del Piano Casa

Da ottobre circolano diverse ipotesi di modifica del Piano Casa. Tra le maggiori novità, i testi propongono il frazionamento della volumetria realizzata in seguito all’intervento di ampliamento, se superiore a 50 metri quadri, ad esempio per creare una nuova unità abitativa.
 
Altre proposte riguardano la possibilità di cedere un credito volumetrico sia negli interventi di ampliamento che in quelli di demolizione e ricostruzione.
 
La presenza di più testi complicherebbe però le cose. A gennaio si dovrebbe quindi lavorare ad un unico testo pensato per stabilizzare e sostituire le misure per il rilancio dell’edilizia e la riqualificazione del patrimonio esistente.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui