Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Qualità dell’architettura, riparte l’iter della legge
PROFESSIONE Qualità dell’architettura, riparte l’iter della legge
NORMATIVA

Consumo di suolo e recupero dei sottotetti, entra nel vivo Veneto 2050

di Paola Mammarella

In arrivo la norma che regolerà la commercializzazione dei crediti edilizi da rinaturalizzazione

Vedi Aggiornamento del 26/02/2020
Commenti 9268
Foto: Consiglio Regionale del Veneto - consiglioveneto.it
15/01/2020 – Prosegue l’attuazione di Veneto 2050, la legge regionale che coniuga il rilancio del settore edile con le esigenze di tutela del territorio e riduzione del consumo di suolo.
 

Veneto 2050, aumenti di cubatura e consumo di suolo zero

Ricordiamo che la Legge Regionale Veneto 2050 (LR 14/2019) ha stabilizzato il Piano Casa del 2009, conciliando le premialità volumetriche con gli obiettivi di riqualificazione urbana e con quelli di riduzione del consumo di suolo contenuti nella LR 14/2017.
 
Ma soprattutto, la norma regionale ha fissato l’obiettivo del consumo di suolo zero entro il 2050. Per il raggiungimento di questi obiettivi, la Regione sta aggiornando le leggi esistenti e adottando nuove norme.
 

Sottotetti, nuove regole per il recupero a fini abitativi

La nuova legge sul recupero dei sottotetti, approvata a fine 2019, aggiorna la LR 12/1999 stabilendo che possono essere recuperati, a fini abitativi, i sottotetti esistenti al 6 aprile 2019. La nuova norma introduce, come condizione per il recupero, la realizzazione di opere di isolamento termico ai fini del contenimento dei consumi energetici, che devono essere conformi alle prescrizioni del d.lgs 192/2005.
 
Il recupero dei sottotetti sarà consentito solo per l’ampliamento delle unità immobiliari esistenti, ma non potrà creare nuovi appartamenti. Dagli interventi non potrà derivare un mutamento della sagoma dell'edificio esistente, delle altezze di colmo e di gronda nonché delle linee di pendenza delle falde. Sarà consentito solo l’inspessimento verso l'esterno le falde di copertura per garantire i requisiti di rendimento energetico. 
 
Gli interventi di recupero a fini abitativi dei sottotetti sono classificati come ristrutturazione edilizia realizzabili con Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).
 

Crediti edilizi da rinaturalizzazione

Veneto 2050 introduce i crediti edilizi da rinaturalizzazione, riconosciuti in caso di demolizione di un edificio esistente e rinaturalizzazione dell’area su cui sorgeva, che possono essere ceduti sul mercato.
 
La Regione sta ora mettendo a punto la norma attuativa per fornire una bussola ai Comuni, chiamati a rivedere il proprio strumento urbanistico secondo gli obiettivi del consumo di suolo zero. I Comuni dovranno individuare i manufatti incongrui, la cui demolizione sia di interesse pubblico, le aree su cui delocalizzare gli edifici demoliti e le condizioni da rispettare nella realizzazione degli interventi.
 

Regolarizzazione delle piccole difformità edilizie

Con la LR 50/2019, approvata a fine anno, è stata disciplinata la regolarizzazione degli immobili su cui sono state realizzate opere in parziale difformità al titolo abilitativo, rilasciato prima dell'entrata in vigore della legge n. 10 del 1977. Si tratta di abusi minori, che non impediscono la commerciabilità del bene, ma lo espongono a sanzioni. I proventi derivanti dal pagamento delle sanzioni pecuniarie saranno destinati al finanziamento di programmi locali per la riqualificazione urbana e al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia edilizia.
 
La norma fissa inoltre al 30 settembre 2020 il termine per l'adeguamento da parte dei comuni alle disposizioni sul contenimento del consumo di suolo previsto dalla LR 14/2017.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui