Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, in condominio proroghe al 31 dicembre 2025 solo per i lavori trainanti
NORMATIVA Superbonus, in condominio proroghe al 31 dicembre 2025 solo per i lavori trainanti
AZIENDE

Nuove costruzioni più sostenibili con MCZ

di MCZ

23/03/2020 - Diminuire l’impatto ambientale. Migliorare la qualità della vita. Questi, in estrema sintesi, i vantaggi assicurati dai sistemi di riscaldamento a legna e a pellet firmati da MCZ.

Le case di nuova costruzione sono progettate per coniugare la massima efficienza con il risparmio energetico e l’impianto di riscaldamento influisce in modo determinante su questo connubio.

Sempre dal tipo di impianto dipende poi un’alta qualità della vita nei mesi invernali. Grazie a continui investimenti in Ricerca e Sviluppo, le stufe e i termocamini MCZ hanno raggiunto un’evoluzione tale da permettere una gestione del calore simile a quella che si può ottenere con una caldaia a gas: è possibile programmare gli orari di accensione e spegnimento, variare la potenza in base alle necessità e persino riscaldare l’acqua dei bagni e della cucina. Scegliere una stufa o un termocamino assicura in ogni caso altissimi rendimenti a un costo decisamente inferiore rispetto a quello dei combustibili fossili. Il pellet, ad esempio, costa il 25% meno del metano e 2 volte meno del gasolio.

Sullo stesso piano della sostenibilità economica c’è poi quella ambientale: la quantità di anidride carbonica (CO2) emessa dalla combustione del pellet è pari a quella assorbita nel suo ciclo di vita dall’albero da cui proviene. Vale a dire che per quanto riguarda l’emissione di CO2 il bilancio è assolutamente neutro: la sua combustione non incide sull’effetto serra.

Infine è anche importante considerare che le stufe e i termocamini MCZ rientrano nelle agevolazioni fiscali e negli incentivi per il risparmio energetico e le energie rinnovabili, riservati ai sistemi con rendimento superiore al 70%. La resa delle stufe e dei camini MCZ supera il 90% e questo significa che si può ottenere una detrazione fiscale Irpef del 50% in dieci anni sull’intero importo investito, che comprende acquisto e installazione del sistema. Sostenibilità ambientale, economica e benessere generale: sono queste le ragioni per cui i sistemi MCZ, soprattutto quelli a pellet, sono tra i più diffusi in Europa.

Ma ecco le risposte alle principali domande.

Meglio pellet o legna?
Per una casa di nuova costruzione è bene farsi questa domanda fin da subito, perché la scelta del combustibile influenza in modo determinante la canna fumaria che andrà realizzata. Lo smaltimento fumi di un prodotto a pellet è più semplice, quindi la canna fumaria è meno “impegnativa” di quella necessaria per un camino a legna. Ha ad esempio un diametro inferiore e meno limitazioni riguardo all’andamento e alla lunghezza complessiva. La scelta tra pellet e legna però è dettata anche dalle abitudini di vita di ciascuno.

La legna ha indubbiamente un allure più romantica e anche caricare i ciocchi diventa una piacevole routine. II pellet, d’altro canto, ha il grande vantaggio della programmazione. Quindi meglio scegliere il pellet se si prevede di accendere la stufa o il camino di frequente e si è spesso fuori casa.

Una stufa come Mood, ad esempio, si può accendere e comandare da smartphone anche quando si è in ufficio, in modo da trovare la casa accogliente e calda quando si rientra dal lavoro. 

Meglio una stufa o un caminetto?

Anche in questo caso la fase di progettazione di una casa ex novo è ideale. Sulla carta tutto (o quasi) è possibile, non ci sono vincoli particolari e ci si può basare solo sui propri desideri. Nella scelta tra stufa e camino conta molto il budget di spesa complessivo e l’utilizzo che si intende fare del prodotto. Per chi ama il fascino del camino,

Vivo 90 di MCZ è un termocamino che esiste nelle due versioni, a pellet e a legna. Con il nuovo rivestimento Sahara (Design Paola Navone), realizzato in ceramica zellije, Vivo 90 diventa anche un importante elemento d’arredo, capace di enfatizzare ancor di più la calda poesia del fuoco.

Nella versione a pellet, Vivo 90 è disponibile in due varianti: una è gestibile con il classico telecomando, la seconda (Vivo Maestro 90 - novità 2019) è gestibile dal proprio smartphone e ha un doppio wi-fi integrato di serie. 

Qual è il prodotto ideale per una casa a basso consumo energetico?
Le case di nuova costruzione sono sempre più spesso edifici ben isolati, con basse necessità di riscaldamento, se non addirittura case passive. Per case di questo tipo il caminetto a legna potrebbe non essere la scelta ideale. Un moderno termocamino ha potenze che si aggirano tra i 9 e i 15 kW e genera quindi un calore che potrebbe essere davvero troppo intenso in ambienti ben isolati. Per le case ad alta efficienza energetica MCZ propone prodotti a struttura stagna con potenze molto basse.

Un esempio è la stufa a pellet Tecla (novità 2019), 6,3 kW di potenza al massimo e 2,5 kW al minimo, oppure l’inserto Boxtherm Maestro, 5,9 kW di potenza massima e 2,2 di minima. Entrambe queste proposte sono completamente gestibili dal proprio smartphone. 

Tradizionale con la stufa?
Nelle case nuove spesso la stufa o il caminetto sono abbinati ad una classica caldaia a gas o a metano, che si preoccupa di scaldare l’acqua dei termosifoni e dell’impianto sanitario. Esistono però delle stufe che possono gestire anche questa funzione, sostituendo in toto la caldaia.

Sono le termostufe, come Musa Hydro Matic 24 di MCZ. Riscalda in pochi minuti sino a 13 termosifoni (è stata pensata per case sino a 250 mq), generando anche l’acqua calda necessaria a bagni e cucina. Musa Hydro Matic ha un braciere che si pulisce da solo e offre anche una gestione semplicissima via smartphone, per la massima comodità sia in casa che fuori (novità 2019).
 
MCZ GROUP su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui