Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus dell’80% per gli alberghi, in arrivo le regole
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus dell’80% per gli alberghi, in arrivo le regole
AZIENDE

Linea Exagon by SANMARCO di Terreal Italia

di Terreal

11/05/2020 - I mattoni a vista in laterizio, conosciuti come materiali tra i più antichi e utilizzati nella storia dell’edilizia, da Occidente a Oriente, hanno attraversato da protagonisti epoche, stili e tendenze, legando la propria identità a progettisti e architetture memorabili, riuscendo ad esprimere puntualmente istanze culturali e sociali molto diverse tra loro.

Dalla solidità strutturale dell’architettura romana, alla leggerezza delle trame in laterizio forato dell’architettura araba, il mattone si è dimostrato modulo base di linguaggi sempre più complessi e articolati, declinati da maestri dell’architettura come Louis Kahn, Walter Gropius, Mario Ridolfi, Aldo Rossi e Renzo Piano. Tradizionale ma capace di grandi slanci innovativi, la terracotta si appresta oggi ad affrontare un’altra sfida, avvicinandosi con incisività ad un ambito inusuale e inaspettato: l’interior design.

Terreal Italia è da oltre cinquant’anni sinonimo di sperimentazione applicata alla ricerca estetica e tecnica nell’ambito della terracotta. Con i suoi marchi d’autore, SanMarco e Pica, ha saputo sviluppare negli anni un’attenzione unica alla pratica progettuale e alla tradizione manifatturiera del “Made in Italy”.

Avvalendosi del dialogo ininterrotto con progettisti e designer, Terreal Italia è diventata un esempio contemporaneo di come i valori dell’avanguardia creativa e la capacità inventiva possano combinarsi con il sapore della sapienza artigianale e della tecnologia industriale più avanzata, per un connubio virtuoso rivolto sempre a garantire l’eccellenza del prodotto.

Da queste premesse nasce dal brand SanMarco la collezione EXAGON, che rappresenta un unicum nella storia della terracotta per l’interior.

EXAGON è il risultato di un processo progettuale che parte da un raffinato quanto complesso connubio di due materiali naturali e antichissimi: la terracotta e il vetro. La prima materica, solida, terrosa e opaca e l’altro diafano, leggero, delicato e trasparente. Due materiali che si completano a vicenda, creando una armonia unica negli spazi interni originata dal binomio raffinato che dà luce, calore e colore, un sistema di rara potenzialità espressiva, distinto da una assoluta originalità e da una concreta unicità rispetto alle proposte contemporanee.

EXAGON è un’invenzione progettuale che nella forma dell’esagono regolare perfetto è in equilibrio tra momenti storici differenti; se per un verso i moduli volumetrici delle formelle grandi in terracotta (con differente spessore materico per dare vibrazione e movimento alla composizione), traggono ispirazione dalla tradizione architettonica secolare (esempio tra tutti i bellissimi studi Rinascimentali di Paolo Uccello e Donato Bramante) e da  alcuni esperimenti espressivi della contemporaneità  (basti pensare ai rivestimenti tridimensionali di certe architetture o alle bellissime ceramiche modulari di Nino Caruso negli anni Settanta),  le lastre in piccolo formato in vetro sono il risultato di una ricerca, materiale e tecnologica, che affonda le sue radici nella tradizione musiva secolare, di cui i Bizantini a Ravenna furono capostipiti e grandi maestri.

Il felice dialogo tra la sapienza artigianale e l'alta tecnicità industriale, così rilevante e caratterizzante per la storia del Made in Italy, trova in questa collezione una nuova formula con cui palesarsi; inoltre la combinazione di due formati e l’alternanza dei materiali in un numero infinito di possibili abbinamenti cromatici, permette una libertà progettuale inedita ed esemplare che si esprime sia nel rapporto tra le geometrie piane ed in rilievo che nella natura propria della materia, ora opaca e compatta, ora trasparente e inconsistente.

Il gioco di ombre portate dalle superfici delle lastra di terracotta, dato dall’incidenza della luce sulle superfici oblique, produce un effetto di profondità architettonica e una vibrazione della luce assolutamente nuova e inusuale per materiali da rivestimento, generando una innovativa intenzione decorativa degli ambienti interni.

EXAGON è disponibile in cinque colorazioni sia per le formelle in terracotta sia per quelle in vetro: Bianco di Carrara, Nero Lavico, Oro Brillante, Rosa del Deserto, Cortèn. Una palette di colori particolarmente innovativa, in linea con le esigenze del vivere contemporaneo e studiata per permettere infiniti abbinamenti di colori giocando non solo sui cromatismi ma con le differenti qualità materiche dell’argilla e del vetro.

EXAGON è il concetto contemporaneo dell’uso diffuso della terracotta abbinata al vetro nell’housing interno. La consistenza sottile della materia rende possibile libertà di posa e geometrie di rivestimento inusuali vicino ai risultati formali di mosaico e libero decoro, che rende particolarmente utilizzabili le formelle, per dare esclusività agli ambienti interni di case, hotel, negozi, musei, uffici e luoghi pubblici in genere.
In questo modo Terreal Italia fa entrare il rivestimento in terracotta e vetro nella contemporaneità, coerente con più moderne esigenze estetiche e funzionali.
 
DESCRIZIONE DELLE FASI PRODUTTIVE DELLE FORME IN TERRACOTTA
La produzione dei manufatti in terracotta a pasta molle è rimasta pressochè immutata dall’antichità nel susseguirsi delle sue fasi più importanti a garanzia di tradizionalità e sapienza produttiva.

L’impasto di argilla, dapprima sabbiato, è introdotto nello stampo aperto su di una sola faccia, per mezzo di operazioni sapienti di battitura e compressione; poi l’argilla in eccesso è asportata con un raschiatore di legno e, infine, lo stampo è capovolto per consentire l’estrazione del manufatto.

Durante la lenta essicazione all’aria la formella esagonale perde l’umidità di impasto; l’acqua raggiunge le superfici esterne e calde e costituisce le micro, medio e macro-porosità, cioè la struttura porosa che rende la terracotta quel suo caratteristico aspetto poroso e irregolare.

Ma è durante la cottura, la fase principale del processo produttivo, che l’argilla diventa “terracotta”, cioè raggiunge la pienezza delle sue caratteristiche fisiche e prestazionali.

Successivamente alla cottura le formelle di EXAGON sono levigate in superficie e colorate a mano con un coating superficiale che non snatura la struttura porosa della terracotta formata a mano, ma avvicina le forme esagonali ai gusti della modernità. Colori di tendenza che arredano gli ambienti interni di calore e di colore.
 
DESCRIZIONE DELLE FASI PRODUTTIVE DELLE FORME IN VETRO
Gli elementi di Exagon in vetro, sono prodotti con “cristallo di Murano”, una composizione del materiale che rientra nella tipologia tradizionale dei vetri calcio–sodici.

La formatura avviene interamente a mano mediante la colatura negli stampi formatori in metallo del vetro, precedentemente fuso in forni ad alta temperatura in una “cassa” speciale a cucchiaio.

Terminata questa fase il vetro viene inserito in un forno a tunnel e nuovamente elevato ad una temperatura sufficiente ad eliminare ogni tensione o stress produttivo per poi lentamente essere condotto a temperatura ambiente.

Questa antica lavorazione permette di ottenere un vetro decorativo con elevate caratteristiche di trasparenza e di resistenza meccanica duratura nel tempo.

Terreal Italia su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Leggi i risultati