Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Nuovo Testo Unico Edilizia, passi avanti per la proposta di legge
NORMATIVA Nuovo Testo Unico Edilizia, passi avanti per la proposta di legge
AZIENDE

Come assicurare un costante ricambio d’aria negli ambienti chiusi con VORT HRW 60 HP MONO

di Vortice

Commenti 1247
01/06/2020 - Il tema della qualità dell'aria negli ambienti chiusi, oggi di particolare attualità, è sempre stato il motore trainante della produzione VORTICE che da anni investe in Ricerca e Sviluppo di soluzioni sempre più sostenibili ed efficienti nel settore del trattamento dell’aria diventando un punto di riferimento in tutto il mondo.
 
Il ricambio di aria all’interno di un edificio è essenziale per la salvaguardia delle sue finiture e per la salute di chi la abita e VORTICE offre sistemi di ventilazione che attraverso la filtrazione e il costante ricambio dell’aria, riducono significativamente la concentrazione delle particelle inquinanti indoor e aiutano a mantenere alta la qualità dell’aria.

La soluzione per assicurarci che gli edifici “respirino” adeguatamente consiste nell’installazione di dispositivi per la Ventilazione Meccanica dei locali. Gli apparecchi più efficaci sono le unità di Ventilazione Meccanica Controllata (VMC) a doppio flusso con recupero calore, chiamati più comunemente ‘Recuperatori di Calore.

VORT HRW 60 HP MONO è un’unità di ventilazione decentralizzata con Recupero di Calore, progettata per l’installazione in singoli locali residenziali e commerciali fino a 55 m2 ove non c’è necessità o possibilità di un sistema di ventilazione centralizzato. Installabile in corrispondenza di una parete perimetrale, garantisce il mantenimento di adeguati livelli di comfort.

Ha un aspetto estetico moderno grazie al pannello frontale con finitura a specchio in resina plastica a scelta tra due colori: bianco o nero.
Oltre allo scambiatore di calore ad alta efficienza che riscalda l’aria nuova in entrata sfruttando l’energia prodotta dall’uscita dell’aria viziata, è dotata anche di una pompa di calore.

Funziona  in 3 modalità:
  1. Free cooling: l’aria viziata espulsa all’esterno viene sostituita da aria fresca di rinnovo, filtrata dalle impurità e direttamente immessa nel locale.
  2. Ventilazione passiva: l’aria viziata espulsa all’esterno viene sostituita da aria fresca di rinnovo, filtrata dalle impurità e preventivamente riscaldata o raffrescata nello scambiatore di calore.
  3. Ventilazione attiva: l’aria viziata espulsa all’esterno viene sostituita da aria fresca di rinnovo, filtrata dalle impurità e riscaldata o raffrescata dall’azione combinata dello scambiatore di calore e della pompa di calore.
 
SPECIFICHE TECNICHE

> Le bocche di mandata ed espulsione dell’aria sono a sezione circolare, di diametro nominale pari a 125 mm.
> È dotato di motoventilatori EC con alberi montati su cuscinetti a sfere, a 3 velocità, accoppiati a giranti centrifughe.
> Lo scambiatore di calore ad alta efficienza è del tipo a flussi incrociati in controcorrente in materiale plastico (PS).
> La pompa di calore è equipaggiata di compressore alternativo.
> Ha un dispositivo di nebulizzazione integrato per lo smaltimento della condensa che si accumula nel prodotto durante il suo funzionamento.
> Il pannello comandi con display LCD, posto sul fianco destro del prodotto, consente:
- l’accensione e lo spegnimento
- l’impostazione del livello di prestazione erogata.
- la programmazione del funzionamento settimanale.
- la programmazione della modalità “VACANZA”: nel periodo indicato l’apparecchio funzionerà alla velocità minima per assicurare la corretta ventilazione del locale, riducendo i consumi
- visualizzazione delle temperature dell’ambiente e dell’aria di rinnovo
- la segnalazione dello stato dei filtri.

DIMENSIONI                             
Diametro: Ø mm 125
Altezza: mm 700
Base: mm 660
Profondità: mm 190
 

Vortice Elettrosociali su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Leggi i risultati