Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus e bonus facciate, come è andata finora
MERCATI Superbonus e bonus facciate, come è andata finora
AZIENDE

Systab per il consolidamento della Chiesa degli Artisti

di Systab

13/07/2020 - Systab illustra gli interventi a bassa invasività sono sempre i più idonei per operare su strutture vincolate come le Chiese. Tra le varie tecnologie che possono essere impiegate per il recupero dei cedimenti, sicuramente la meno invasiva è quella basata sulle iniezioni di resine. Metodologia che in Italia si è evoluta e diffusa sempre più negli ultimi 20 anni.
In questo caso studio vediamo una applicazione pratica su un edificio di culto in provincia si Livorno.

Località dell’intervento
La Chiesa in oggetto è ubicata in Loc. Valle Benedetta, a Pochi chilometri da Livorno. Si tratta della Parrocchia di S. Giovanni Gualberto, nota come la “Chiesa degli artisti” visto che da tempo ospita diverse opere d’arte moderna al suo interno.

Guarda il video

Il dissesto che ha generato crepe nei muri della Chiesa
La Chiesa di Valle Benedetta con il suo monastero, è stata edificata a partire dall’anno 1692, data in cui il primo mattone è stato posato in cima alla collina dall’Arcivescovo. La costruzione della Chiesa è stata completata nell’anno 1697, per essere poi affidata definitivamente ai monaci Benedettini da cui prende il nome tutta la valle.
L’edificio di culto, sito al termine di una bellissima scalinata, presenta una facciata articolata da due torri campanarie di piccole dimensioni.  Da oltre dieci anni il corpo principale della Chiesa e del monastero hanno mostrato una serie di crepe nei muri causate da cedimenti differenziali del terreno e conseguentemente delle fondazioni. La struttura infatti ha un piano di appoggio delle murature molto superficiale e fondamenta praticamente inesistenti.
Il dissesto ha reso indispensabile nel 2018 un’opera di consolidamento delle fondazioni e la soprintendenza di Pisa assieme all’Ingegnere progettista incaricato, Davide Lombardi, ha scelto la tecnologia con iniezione di resine espandenti proposta da SYStab. Il metodo dell’azienda di Parma, è stato ritenuto come il più idoneo per arrestare i cedimenti suddetti in tempi rapidi e con un cantiere a bassa invasività.
Il consolidamento del nodo terreno - fondazioni con iniezioni di resine a densità differenziata e lenta espansione
La tecnologia impiegata per stabilizzare la Chiesa di Valle Benedetta, come dicevamo è la meno invasiva in assoluto. Si tratta del consolidamento del terreno di fondazione mediante l’impiego di materiali autoespandenti che vengono inoculati direttamente al di sotto della fondazione mediante piccole perforazioni di 25 mm di diametro. Nei fori vengono poi inseriti tubicini in alluminio che consentono l’iniezione. Il tutto avviene monitorando la struttura con livelli laser fino a saturazione completa del sottosuolo nel volume significativo per la fondamenta.

La resina iniettata infatti esercita importanti pressioni di rigonfiamento che sono fondamentali per riempire eventuali vuoti e compattare il terreno, ripristinando un corretto appoggio del piano fondale e una ridistribuzione omogenea dei carichi.
La tecnologia di SYStab è fondata sull’impiego delle resine poliuretaniche a densità differenziata nelle varie fasi di iniezione. Infatti vengono impiegate schiume con caratteristiche diverse nelle varie fasi dell’iniezione. Tempi di reazione, densità dei materiali, pressioni di iniezione e fattori di espansione sono infatti studiati caso per caso per ottenere il massimo risultato con:

Elevata diffusione della resina in ogni condizione geotecnica;
valori ottimali di resistenza meccanica finale della resina anche in presenza di grosse cavità;
grado di compattazione ottimale, anche in terreni argillosi (coesivi) a bassissima permeabilità;
riduzione dell’indice dei vuoti e quindi della compressibilità;
resistenza meccanica omogenea delle resine

Al termine della fase di iniezione i tubi vengono tagliati alla base e non resta che ripristinare la traccia dei fori. Il cantiere medio ha una durata di 2 giorni e la garanzia è data dall’esperienza dei tecnici fondatori di Systab che si occupano da oltre 20 anni di consolidamenti con iniezione di resine a lenta espansione.

Committente: Parrocchia di San Giovanni Gualberto
Per ulteriori informazioni e approfondimenti http://www.systab.it/resine/ - [email protected]

Systab su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Leggi i risultati