Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus Mobili, come funziona in caso di accorpamento o divisione degli immobili
RISTRUTTURAZIONE Bonus Mobili, come funziona in caso di accorpamento o divisione degli immobili
DESIGN NEWS

De Castelli realizza il premio per i brand vincitori degli ADA 2020

Ispirato al 'nastro di Möbius', è un oggetto scultoreo in ottone disegnato da MUT Design

Vedi Aggiornamento del 20/11/2020
© De Castelli
© MUT Design
© De Castelli
© De Castelli
© De Castelli
© De Castelli
© De Castelli
03/07/2020 - De Castelli si conferma Partner degli Archiproducts Design Awards. Come per l'edizione 2019 degli ADA, il brand trevigiano ha realizzato il premio destinato ai brand vincitori. Un sodalizio che procede con entusiasmo anche nel 2020. 

Disegnato da MUT Design, il premio è un oggetto scultoreo ispirato al 'nastro di Möbius': una lastra in metallo piegata su se stessa fino ad ottenere una figura ispirata al logo del premio. Un oggetto che, nella sua semplicità, trasmette l’importanza del rapporto brand-designer: due superfici che diventano un solo lato e un solo bordo. 
 
L'oggetto, in edizione limitata, è stato realizzato nella sede a Crocetta del Montello (Treviso), una Metal Projects Factory che ospita le officine e una ricca materioteca. Archiproducts ha seguito le fasi di realizzazione del premio raccontate in questo video.



Se per la produzione del premio 2019 sono stati scelti 3 diversi metalli - Ottone, Rame e Acciaio Inox - con finitura DeLabré, la versione 2020 sarà nella sola finitura Ottone, uno dei materiali d'eccezione della produzione De Castelli. Dalle infinite sfumature dell'ottone, il brand ha sviluppato finiture lucide, satinate, spazzolate o a rilievo. 
 
La finitura DeLabré è un'ossidazione manuale dell’ottone in grado di conferire particolari effetti cromatici grazie alla formazione di nuvolature dalle diverse tonalità.
Una lunga lavorazione, tra processi industriali e manuali che sfrutta le potenzialità di un materiale mai uguale a se stesso, sperimentandone l’espressività, ossidazione dopo ossidazione.
 
Progettato dagli spagnoli Alberto Sánchez ed Eduardo Villalón, l'oggetto si snoda tra due superfici senza una linea di demarcazione. Ne risulta un gioco di luci e ombre, di spazi pieni e vuoti. 
 
Nel nastro di Möbius su diventa giù, dentro diventa fuori, cammini e giri intorno alla sua superficie bidimensionale e ti ritrovi nel punto da cui sei partito. Allo stesso modo, il premio ADA è stato concepito come un oggetto senza cuciture: una singola lastra di metallo, creata per riprodurre il concetto del premio”. 

DE CASTELLI su ARCHIPRODUCTS
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui