Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Porti, via libera a 906 milioni di euro per 23 interventi
LAVORI PUBBLICI Porti, via libera a 906 milioni di euro per 23 interventi
LAVORI PUBBLICI

Rilancio edilizia, il Piemonte ‘taglia’ i costi di costruzione

di Alessandra Marra

La Regione copre fino al 100% dei costi per il recupero e fino al 50% dei costi per le nuove costruzioni

Vedi Aggiornamento del 06/08/2020
Commenti 10331
Foto: Jozef-Polc 123RF.com
13/07/2020 – Il Piemonte stanzia 26 milioni di euro per il 2020 per coprire i costi di costruzione dovuti al Comune, fino al 100% nel caso di recuperi o al 50% nel caso di nuovi stabili.
 
La misura è prevista dall’articolo 18 della Legge RipartiPiemonte che ha l’obiettivo di ridare slancio all’edilizia, privilegiando le operazioni di ristrutturazione.
 

Taglio dei costi di costruzione: come funziona la misura piemontese

Lo stanziamento copre una quota del contributo commisurato all’incidenza del costo di costruzione fino a un massimo di 50.000 euro.
 
Lo stanziamento non può superare il 50% per la nuova edificazione e raggiunge il 100% negli interventi sul patrimonio edilizio esistente.
 
Possono beneficiare del contributo regionale le istanze edilizie (Cila, Scia, PdC) presentate ai Comuni del Piemonte fino al 30 novembre 2020.
 
Può essere ammessa una sola domanda per titolare di istanza edilizia. Tutta la procedura sarà gestita tramite una piattaforma informatica. 
 
 

Taglio tasse di costruzione: il ruolo del professionista

Le domande di contributo dovranno essere caricate da professionisti abilitati per la presentazione di istanze edilizie a nome e per conto di privati e imprese e saranno ammesse secondo l’ordine cronologico di presentazione, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
 
Il privato o l’impresa al momento del deposito dell’istanza edilizia al Comune o, comunque, prima della presentazione della domanda di contributo, deve obbligatoriamente informare il Comune di volersi avvalere dell’agevolazione. Il professionista delegato dovrà inoltrare la richiesta di contributo esclusivamente compilando l’apposito modello su piattaforma informatica, allegando i documenti indicati.
 
Il Comune sede dell’intervento a conclusione dell’istruttoria/procedimento con esito positivo della Scia e del PdC, o ad avvenuto ricevimento della Cila, esclusivamente tramite la piattaforma informatica con apposito codice operatore richiama l’istanza, inserisce il costo di costruzione, valida i dati relativi al tipo di intervento e al titolare dell’istanza edilizia.

Ad esito conclusivo positivo dell’istruttoria, la Regione Piemonte erogherà al Comune l’importo del contributo del costo di costruzione dovuto in un’unica soluzione.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui