Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Subappalto, i giudici italiani si allineano all’UE: no al limite del 30%-40%
NORMATIVA Subappalto, i giudici italiani si allineano all’UE: no al limite del 30%-40%
NORMATIVA

Superbonus 110%, cessione del credito senza ostacoli per i forfettari

di Alessandra Marra

L'Agenzia delle Entrate spiega anche le modalità di pagamento all'impresa esecutrice alla quale si cede il credito

Vedi Aggiornamento del 08/08/2020
Commenti 32568
Foto:Andrea-De-Martin©123RF.com
24/07/2020 – Possono optare per la cessione del credito d'imposta relativo al superbonus 110% tutti i contribuenti che possiedono un reddito soggetto a Irpef e che sostengono le spese agevolabili, anche coloro che aderiscono al regime forfettario.
 
Il chiarimento arriva da parte dell’Agenzia delle Entrate tramite la Risposta 224/2020 in cui un contribuente in regime forfettario chiede un parere in merito alle spese ammesse al bonus e alla corretta modalità di pagamento all'impresa esecutrice dei lavori alla quale verrà ceduto il credito, avendo intenzione di utilizzare la cessione a parziale pagamento del corrispettivo.
 

Cessione del credito Superbonus 110%: nessun limite di reddito

L’Agenzia chiarisce che ai fini del meccanismo non rileva la circostanza che il reddito non concorra alla formazione della base imponibile Irpef in quanto assoggettato a tassazione separata o a un regime sostitutivo della stessa imposta, come il “forfettario”.
 
Questo perché, la cessione è stata prevista proprio per incentivare la realizzazione di lavori finalizzati a garantire la stabilità degli immobili, attraverso meccanismi alternativi alla fruizione diretta della detrazione, nei casi in cui la stessa non potrebbe essere utilizzata direttamente, in quanto l’Irpef lorda è assorbita da altre detrazioni o non è dovuta.
 
Per tale motivo, l'opzione può essere esercitata anche dai contribuenti che aderiscono al regime forfetario i quali, possono, in linea di principio, scomputare le detrazioni dall'imposta lorda solo nel caso in cui possiedano altri redditi che concorrono alla formazione del reddito complessivo.
 
 

Superbonus 110%: le modalità di pagamento

L’Agenzia spiega anche comportarsi per ciò che concerne le modalità di pagamento all'impresa esecutrice dei lavori alla quale si intende cedere, a parziale pagamento del corrispettivo, il credito corrispondente alla detrazione spettante.
 
Nel caso particolare, l’Agenzia ricorda che, per lavori in condominio, il contribuente dovrà versare al condominio l'importo corrispondente alla differenza tra le spese imputate in base alla ripartizione stabilita dall'assemblea e l'ammontare della detrazione teoricamente spettante.
 
Il pagamento al fornitore sarà effettuato dal condominio, mediante bonifico bancario o postale dal quale risulti la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il numero di partita Iva o il codice fiscale del destinatario del bonifico. L'importo del bonifico potrà sia coincidere con il corrispettivo indicato in fattura (da emettere per l'intero corrispettivo pattuito), comprensivo dell'importo pagato con la cessione del credito, sia essere inferiore, come nel caso in esame, in cui i condomini intendano utilizzare la cessione del credito a favore dei fornitori a parziale pagamento del corrispettivo stesso.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui