Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Ministro Brunetta: la PA recluterà figure tecniche anche con l’aiuto degli Ordini
PROFESSIONE Ministro Brunetta: la PA recluterà figure tecniche anche con l’aiuto degli Ordini
FOCUS

Controsoffitti acustici, soluzioni per la qualità sonora degli ambienti

di Rosa di Gregorio

Fonoassorbenti e fonoisolanti, utili ed esteticamente piacevoli, i controsoffitti acustici contribuiscono a raggiungere il comfort abitativo

Vedi Aggiornamento del 30/10/2020
Commenti 7101
Foto: Andriy Popov©123RF.com
28/08/2020 - Il comfort abitativo si realizza quando si raggiunge il benessere igrotermico, acustico e visivo.

Quando si parla di comfort acustico abitativo ci si riferisce alla necessità di non essere disturbati dai rumori provenienti dall’esterno e dagli appartamenti confinanti, di trovare nella propria abitazione un ambiente silenzioso che permetta di isolarsi dai rumori estranei, ma, allo stesso tempo di avere la libertà di poter “vivere” la propria casa senza il timore di provocare fastidio ad altri.

La rumorosità può provenire dall’esterno, dagli ambienti confinanti o essere prodotta dagli impianti tecnologici e da macchinari.

La trasmissione del rumore all'interno della propria abitazione può propagarsi:
- attraverso l’aria, da cui deriva il rumore aereo. Sono per esempio rumori aerei il traffico veicolare, la voce, la radio, la tv, il rumore lungo le tubazioni di scarico, ecc.;
- per via solida, ossia due corpi solidi che entrano in contatto tra di loro, da cui deriva il rumore d'impatto. Un rumore solido per definizione è il rumore da calpestio.

Il riferimento normativo per il raggiungimento del comfort acustico abitativo è il D.P.C.M 5/12/1997. Benchè tale norma sia riferita alle nuove costruzioni, sarebbe opportuno considerarla anche nell’ambito di una ristrutturazione, che potrebbe essere una valida occasione per migliorare le prestazioni di isolamento ai rumori e quindi migliorare le prestazioni acustiche dell’immobile.


Controsoffitti acustici, differenza tra fonoassorbimento e fonoisolamento

Semplificando, si può affermare che il comfort acustico abitativo si realizza attraverso:
- la correzione acustica, che permette di raggiungere un’adeguata qualità acustica dell’ambiente;
- l’isolamento acustico, che permette di ridurre la diffusione dei “rumori” all’interno dell’ambiente.

La correzione acustica si raggiunge attraverso il fonoassorbimento. Gli interventi di fonoassorbimento hanno lo scopo di conseguire la qualità acustica attraverso il controllo della riflessione dei suoni sulle pareti di un locale e quindi di adattare il riverbero all’interno del locale in cui si genera il rumore.

L’isolamento acustico si raggiunge attraverso il fonoisolamento. Gli interventi di fonoisolamento hanno lo scopo di minimizzare la trasmissione del rumore tra due ambienti e quindi fare in modo che il rumore prodotto in un locale non si senta nel locale adiacente. L’isolamento acustico non deve essere confuso con l’assenza del rumore, esso rappresenta il raggiungimento di un livello di benessere acustico che un utente può percepire all’interno della propria casa.

Una superficie possiede caratteristiche sia di fonoassorbimento, che di fonoisolamento.


Controsoffitto acustico: cos'è la qualità acustica e come realizzarla

Tra le soluzioni volte al miglioramento e alla correzione dell’acustica degli ambienti interni vi sono: l’installazione di controsoffitti acustici, di pannelli acustici a parete e intonaci fonoassorbenti.
 
I controsoffitti acustici possono essere:
- ribassati, collegati al solaio tramite piedini;
- in aderenza, collegati al solaio con dei distanziatori;
- autoportanti, collegati a parete.

Un controsoffitto acustico può essere realizzato con:
- pannelli di cartongesso abbinati ad un materiale isolante;
- lana minerale, come la lana di roccia o la lana di vetro;
- lastre in gesso rivestite ed eventualmente forate;
- panelli in MDF;
- pannelli in metallo;
- lastre in fibre minerali.

I materiali di cui è composto un controsoffitto acustico possiedono principalmente caratteristiche di fonoassorbimento, ma anche di fonoisolamento.

Le caratteristiche di fonoassorbimento di un controsoffitto acustico permettono di ottenere una riduzione dei tempi di riverberazione dell’ambiente; assorbendo e smorzando i livelli sonori ambientali eliminano la “coda sonora”, cioè quell’effetto che interferisce con la percezione del suono. L’assorbimento acustico migliora e corregge la qualità acustica dell’ambiente, elimina i fenomeni disturbanti, garantisce: una buona ricezione dei suoni, riservatezza, bassi valori di rumorosità e l’intellegibilità e la comprensione della parola.
La correzione acustica di un ambiente deve essere progettata in funzione della destinazione d’uso dell’ambiente stesso e dipende dalle sue caratteristiche geometriche.
 
Allo stesso tempo le caratteristiche di fonoisolamento di un controsoffitto acustico migliorano l’isolamento acustico al rumore aereo e al rumore di calpestio, che invece, possono essere risolti del tutto intervenendo direttamente sulla sorgente rumorosa, per esempio con massetti galleggianti, massetti a secco, tappetini anticalpestio, pavimenti sopraelevati, riducendo il rumore degli impianti, intervenendo sui serramenti, cassonetti e bocchette di aerazione.

Un controsoffitto acustico oltre a correggere l’acustica dell’ambiente svolge al contempo altre funzioni estetiche, decorative e tecnico funzionali:
- può essere un vano per il passaggio di impianti;
- vi possono essere alloggiati i terminali per illuminazione o elementi decorativi, come cornici e profili in gesso;
- concorre anche all’isolamento termico.


Acquista pannelli per controsoffitti acustici su Edilportale Shop!


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Leggi i risultati