Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, apre oggi la prima fiera online dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, apre oggi la prima fiera online dell’edilizia
PROFESSIONE

Professionisti, proposta l’assunzione di 500 tecnici nella PA

di Paola Mammarella

Servirebbero per rafforzare gli uffici di progettazione e favorire i processi di digitalizzazione. L’idea in un emendamento al ddl Agosto

Commenti 10759
Foto: Cathy Yeulet ©123RF.com
25/09/2020 – Per uscire dall’emergenza Covid e far partire il maggior numero di lavori, potrebbero essere assunti 500 tecnici nella Pubblica Amministrazione. La proposta è contenuta in un emendamento, presentato dal PD, al disegno di legge per la conversione del Decreto Agosto (DL 104/2020).
 

Professionisti, assunzioni in deroga

Per rafforzare gli uffici di progettazione e delle stazioni uniche appaltanti delle Province e delle Città metropolitane e per favorire i processi di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione locale, potrebbe essere autorizzata l’assunzione di 500 funzionari tecnici altamente specializzati.
 
Le assunzioni avverrebbero, in deroga ai limiti della normativa vigente sulle assunzioni
di personale, con una procedura unica.
 
A gestire la procedura delle assunzioni sarebbe la Commissione per l'attuazione del Progetto di Riqualificazione delle Pubbliche Amministrazioni (RIPAM) del Dipartimento della Funzione Pubblica. Il Dipartimento dovrebbe inoltre individuare, entro il 31 ottobre 2020, i fabbisogni di personale e definire i tempi e le modalità delle procedure concorsuali, previo accordo in Conferenza Stato Città ed autonomie locali.
 

Assunzione tecnici per la semplificazione e digitalizzazione della PA

L’arrivo di nuovi tecnici altamente specializzati nella Pubblica Amministrazione sarebbe utile per la progettazione delle opere da mandare in gara, ma anche per la gestione delle procedure in modalità telematica, senza incorrere in intoppi.
 
Il Decreto Semplificazioni (Legge 120/2020) ha alleggerito la normativa sulle gare pubbliche fino al 31 dicembre 2021. Per molti lavori e servizi di ingegneria e architettura è stato sdoganato l’affidamento diretto proprio per risparmiare tempo. Per far sì che le opere vengano realizzate in breve tempo, è però necessario mandare in gara progetti dettagliati, che abbiano bisogno di meno varianti possibili, e che i dipendenti pubblici sappiano gestire agevolmente e online tutti gli step delle gare.
 
Si tratta di un obiettivo annunciato anche dalla Ministra per la Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, che in un’audizione sul Recovery Fund, ha affermato che “la PA ha bisogno di ingegneri, geologi e architetti”.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
jhonny

assunzioni soprattutto con raccomandazione da parte del consigli degli ordini