Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sismabonus acquisto, spetta anche quando si demolisce un immobile e se ne ricostruiscono tre
NORMATIVA Sismabonus acquisto, spetta anche quando si demolisce un immobile e se ne ricostruiscono tre
EVENTI

'Scarabicchi', segni e disegni di Bruno Munari

Dal 6 novembre in mostra alla Libreria 121+ di via Savona a Milano

22/10/2020 - Per Munari, alla radice del progetto e del disegno, i segni sono le prime formulazioni di un pensiero da ricombinare in infinite variazioni, come quelli tracciati e raccontati in Prima del disegno, e come gli scarabocchi che illustrano Favole al telefono di Gianni Rodari, che mostrano le possibilità espressive di una scrittura primaria e automatica.

La Libreria 121+ dedica una mostra al segno di Bruno Munari, in contemporanea all’uscita del libro Munari per Rodari pubblicato da Corraini e all’arrivo a Milano della mostra Tra Munari e Rodari proposta da Biblioteche di Roma in collaborazione con Corraini Edizioni.
In mostra Scarabicchi, Amuleti, segni e disegni come quelli che illustrano gli storici capolavori di Rodari come Filastrocche in cielo e in terra, Favole al telefono, Il libro degli errori, La torta in cielo, ma anche scarabocchi che hanno caratterizzato la produzione di Bruno Munari, segni da cui prendono le mosse idee e progetti concreti.

Sono segni curvi, orizzontali, verticali, spezzati, mossi...delle piroette saltellanti con cui la mano scivola sul foglio. Ed ecco che, giocando le parole, improvvisazione e casualità, il segno diventa la cifra della sperimentazione più libera, e sulla carta compaiono figure, tratti spessi e sottili, segni bizzarri che creano un racconto fatto di linee.

In mostra saranno esposte opere originali su carta della Galleria Maurizio Corraini, pagine di agenda, disegni, ma anche lavori in serigrafia e multipli che esplorano il tema del segno.
Nell’ambito delle celebrazioni per i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari, la mostra amplia e arricchisce la riflessione nata con il libro Munari per Rodari, e ripropone la stessa leggerezza e la capacità di dare vita a mondi fantastici mettendo insieme elementi apparentemente opposti e lontani.

Quanti segni ci sono per fare i disegni?
Che importanza ha il segno per il disegno?
Cosa comunicano i segni di diverso spessore?

Da Prima del disegno, Bruno Munari (Corraini,1996)

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui