Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Regolamento edilizio tipo, cosa c’è da sapere per il calcolo delle volumetrie
NORMATIVA Regolamento edilizio tipo, cosa c’è da sapere per il calcolo delle volumetrie
EVENTI

domusforum 2020: il futuro (post Covid) delle città

Come cambierà l’idea di città dopo la pandemia?

03/11/2020 - Come cambierà l’idea di città e quindi di società globale dopo la pandemia? A questo grande e urgente interrogativo è dedicato il domusforum 2020 – the future of cities, l’evento ideato e promosso da Domus, giunto quest’anno alla terza edizione, in cui l’architettura e il design dialogano con la politica, l’economia e le altre scienze sociali.

L’incontro si terrà domani, mercoledì 4 novembre, si svolgerà a porte chiuse - all’interno della bellissima sala Cavallerizze del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci - e sarà trasmesso in live streaming sulle piattaforme di Domus. La partecipazione è gratuita previa registrazione.

Dopo mesi di lockdown e davanti a sconvolgimenti della sfera socioeconomica di cui si fa ancora fatica a cogliere i contorni precisi, abbiamo capito che, passata la pandemia, il mondo non potrà essere quello di prima. Al di là delle riflessioni legate al ruolo e alle responsabilità dell’uomo sul pianeta Terra, all’atto pratico dovranno cambiare tante cose nella maniera in cui produciamo, consumiamo, viviamo e questo significa, prima di tutto, che molti degli spazi fisici che abbiamo utilizzato fino a oggi non sono adeguati al nuovo paradigma. Ecco perché la cultura del progetto sarà al centro di questo terzo domusforum durante il quale grandi protagonisti dell’architettura internazionale, delle istituzioni e dell’industria cercheranno di rispondere a quesiti che riguardano la sfera dell’abitare domestico, dello spazio pubblico urbano, del lavoro e delle filiere di produzione, della mobilità e della sanità. Partendo da dieci parole chiave.” spiega Walter Mariotti, direttore editoriale di Domus e moderatore dell’incontro. 

Vision, Net, Fragility, Education, Freedom, Sustainability, Space, Resilience, Solidarity, Complexity: queste le dieci parole su cui si svilupperà l’analisi del domusforum 2020, dieci punti di riferimento scelti per tracciare “una mappa di senso per l’orizzonte confuso di oggi” nella consapevolezza che l’umanità, per la prima volta nella sua storia, ha necessità di riorganizzare, rapidamente e su scala globale, la maniera in cui abita il pianeta, a partire proprio dalle città.

A tale proposito, per mettere ancora più a fuoco la situazione globale, ad aprire i lavori sarà la presentazione, in anteprima, dei risultati di uno studio realizzato da Boston Consulting Group, Research Partner dell’evento, intitolato “A vision for the cities of the future”. Un’analisi sviluppata partendo da sei parametri: vivibilità, digitalizzazione, capacità di innovare e di rispondere alle crisi, sostenibilità, coesione sociale.

Al domusforum 2020 interverranno David Chipperfield (Guest Editor di Domus per l’anno in corso), Marco Tronchetti Provera (Vice Presidente Esecutivo e Amministratore Delegato di Pirelli), Gianni Bonini (Esperto di geopolitica mediterranea), Igiaba Scego (Scrittrice e ricercatrice), Mauro Ceruti (Filosofo e professore della IULM Milano), Jyoti Hosagrahar (Deputy director del World Heritage Centre per UNESCO) e Rinaldo Melucci (Sindaco di Taranto).
I loro speech saranno intervallati da due tavole rotonde tematiche: la prima a tema “Energia, infrastrutture, finanza. Tre sguardi sulla sostenibilità” avrà per protagonisti Giovanni Fosti (Presidente Fondazione Cariplo), Paolo Quaini (Responsabile divisione Energy Services Edison Group), Giulio De Carli (Cofondatore e managing partner di One Works).
La seconda tavola rotonda sarà un vero e proprio meeting di architettura internazionale a tema “Nuovi spazi urbani al servizio della società di domani” grazie alla speciale partecipazione di Vittorio Magnago Lampugnani (Storico e teorico dell’architettura, professore emerito all’ETH Zurigo), Wowo Ding (Direttrice Center of the future city and human settlements alla Nanjing University), Rahul Mehrotra (Direttore del Dipartimento di Pianificazione e Progettazione Urbana alla Harvard Graduate School of design), Sarah M. Whiting (Preside di facoltàdi Architettura presso Harvard Graduate School of design).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui