Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
NORMATIVA Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
FOCUS

Pitture decorative, superfici di pregio e d’impatto

di Rosa di Gregorio

Idropitture o acriliche, materiche o lisce, effetto marmo, cemento, metallizzato, cangiante, tessuto, terra, luminescente, le pitture decorative sono la soluzione per realizzare ambienti unici

Vedi Aggiornamento del 26/11/2020
Commenti 4560
Foto: Finitura decorativa per interni ad effetto metallico EASY_ART, ©San Marco
16/11/2020 - L’arte decorativa serve a rifinire, arricchire e abbellire. I materiali edili a vocazione decorativa sono le finiture; rientrano nella categoria le pitture e le vernici, disponibili in varie tipologie, smalti all’acqua (idropitture lavabili, traspiranti), tempere, e in una gamma infinita di colori.

Ma quando il colore, da solo, non riesce a soddisfare il desiderio di creatività e maggiori effetti decorativi, la soluzione c’è e si chiama: pitture decorative.
 
Gli effetti decorativi sulle pareti si sono sempre realizzati. Il marmorino antico, la velatura, lo stucco alla veneziana, la calce rasata, le pitture antichizzate sono finiture decorative molto apprezzate, soprattutto negli anni passati, perché in grado di rendere unico ed originale ogni ambiente con classe ed eleganza.
 
La moda cambia e di conseguenza anche l’interior design; oggi si ricercano effetti originali e sorprendenti, che rendano lo spazio accogliente, interessante e personalizzato; il tutto è possibile grazie alla varietà di soluzioni innovative a disposizione.
 
Ma facciamo un passo indietro e capiamo cosa sono le pitture decorative e come si presentano. Il decorativo è una particolare pittura composta da un fondo e una finitura (per esempio base di resine e pigmenti o calce minerale e pigmenti). Può essere all’acqua o acrilica.

 Foto: Pittura decorativa NATURAL WALL PAINTING, ©Lago


Pitture decorative, tipologie

 Le tipologie di pitture decorative possono essere riassunte in due macrocategorie:
- decorativi a spessore, i cosiddetti materici;
- decorativi lisci o leggermente granulosi;
 
I decorativi materici o a spessore hanno sicuramente un impatto visivo maggiore rispetto a quelli lisci. Sono utilizzati per risaltare ed enfatizzare una parete o un angolo in particolare. L’effetto artistico tridimensionale è dato dall’utilizzo di attrezzi quali spatole, frattazzi, pennelli, spugne e perfino stencil.
 
Le pitture decorative lisce, utilizzate soprattutto nei toni medio-chiari, grazie a specifici additivi di cui sono composte, creano un effetto di disomogeneità sulla superficie trattata che rimane sempre liscia al tatto.
 
Alcuni decorativi lisci sono semplici da applicare e quindi anche adatti al fai-da-te. Mentre, l’applicazione dei prodotti a spessore è abbastanza complessa. Pertanto, ricorrere ad un professionista è sempre la scelta migliore, per ottenere l’effetto finale desiderato.
 
Si pensa che le pitture decorative siano poco resistenti e che richiedano una particolare attenzione, in realtà non è così. Se tutti i passaggi di posa vengono eseguiti correttamente un decorativo risulterà essere robusto e resistente. Inoltre, quelli nella versione lavabile non si differenziano, in termini di cura e manutenzione, dalle idropitture lavabili.
 
In ultimo i decorativi a base di resine sono molto resistenti all’usura e al processo di invecchiamento a motivo della presenza, nella miscela, della resina.

 Foto: Pittura decorativa SET 04-2017, Linea Style Colors 2017, ©Wall&decò


Effetti pitture decorative 

Le pitture decorative offrono il vantaggio di personalizzare le pareti. Grazie al gioco di luci e ombre che si origina con l’illuminazione naturale o artificiale, si creano riflessi, sfumature, volumi che variano in funzione dei diversi effetti:
 
- Effetto cemento è sicuramente il più idoneo per uno stile industrial o urban.
 
- Effetto marmo, per riprodurre l’immagine l'aspetto prodotti generalmente in grassello di calce e polvere di marmo a cui si affiancano i più recenti prodotti a base minerale ai silicati.
 
- Effetto metallizzato, per realizzare superfici che evocano i metalli preziosi: oro, argento e bronzo; o i metalli ossidati, consumati dal tempo: rame, corten, acciaio, ferro. Sono paste a base per lo più di resine acriliche, molto coprenti e resistenti, con aggiunta di pigmenti metallescenti.
 
- Effetto perlato/cangiante, per ricreare atmosfere rilassanti e sofisticate, ricche di riflessi di luce e sfumature. Effetto per lo più utilizzato in tonalità neutre/calde o colori freddi pastello.
 
- Effetto luminescente o glitter, miscele arricchite con glitter per ambienti glamour.
 
- Effetto sabbiato o terra: l’effetto dell’intonaco spatolato. Sono pitture in pasta a base minerale, con pigmenti terrosi e micro-inerti che ne definiscono il grado di scabrosità finale. Il risultato è una superficie dall’aspetto naturale e semplice che evoca paesaggi mediterranei.
 
- Effetto tessuto, raffinati giochi chiaroscurali delle sottilissime trame che riproducono i filati come sete e lini grezzi.
 
Le pitture decorative non sono destinate ad arricchire solo le pareti, alcune di esse possono essere usate anche su mobili, porte, pavimenti, piani di lavoro, piastrelle e docce. Sono adatte per ogni spazio, dal residenziale al commerciale. La scelta deve essere sempre contestualizzata in relazione all’ambiente, all’arredo, e alla luminosità degli spazi e soprattutto al gusto personale.
 

Acquista pitture decorative su Edilportale Shop!

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui