Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Covid-19 e superbonus 110% hanno rallentato l’edilizia nel 2020
MERCATI Covid-19 e superbonus 110% hanno rallentato l’edilizia nel 2020
MERCATI

Servizi architettura e ingegneria, nel 2020 più della metà dei bandi presenta criticità

di Paola Mammarella

Il 54,5% dei bandi analizzati da ONSAI 2020 non presenta il calcolo del corrispettivo. La pandemia non ha fermato la crescita della progettazione

Commenti 4035
02/11/2020 – Più della metà dei bandi di servizi di architettura e ingegneria del 2020 presenta criticità. Il settore però mostra anche segnali di ottimismo e sta resistendo alla pandemia. Sono i dati dell’osservatorio Nazionale sui Servizi di Architettura e Ingegneria, ONSAI 2020, presentati durante il convegno “Semplificare i lavori pubblici”, organizzato mercoledì 28 ottobre dal Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori (Cnappc).
 

Servizi architettura e ingegneria, numeri e criticità

Secondo le rilevazioni, il 37% dei bandi (per il 5% degli importi) ha seguito la procedura dell’affidamento diretto. Il 28% dei bandi (81% degli importi) una procedura aperta, il 24% dei bandi (12% degli importi) la procedura negoziata.
 
Nel 44% dei casi e nel 91% degli importi è stata scelta tra i criteri di aggiudicazione l’offerta economicamente più vantaggiosa. Il minor prezzo ha caratterizzato il 26% dei bandi e il 6% degli importi messi in gara per il 30% dei bandi analizzati, per un importo pari al 3%, non è stato possibile ricavare il dato relativo al criterio di aggiudicazione.
 
L’87% dei bandi, per il 99% degli importi, ha evidenziato criticità. Su 705 bandi analizzati, 101 non presentano criticità (15%), 268 presentano una criticità bassa (44,4%), 317 (52,5%) una criticità media e 19 una criticità alta (oltre 5 criticità per bando).
 
Il 54,5% dei bandi analizzati non ha allegato il calcolo del corrispettivo. Il 72% dei corrispettivi presenta incongruenze rispetto alla normativa (assenza di categorie, costo dell’esistente, prestazioni, presenza di categoria errata o categoria non pertinente, riduzioni non motivate del corrispettivo, delle spese e degli oneri accessori). Il 33% non riserva agli architetti il bando di interesse per beni storici e architettonici. 
 

Servizi ingegneria e architettura, andamento delle gare

Nei primi nove mesi del 2020, i bandi di gara per Servizi di Architettura e Ingegneria (SAI) e gli altri bandi per servizi tecnici sono stati 5.694, con un incremento dello 0,4% rispetto allo stesso periodo del 2019. Gli importi messi in gara sono stati pari 1.364 milioni di euro, con un incremento del 35,9% rispetto al 2019. Il lock-down e la crisi pandemica non hanno fermato la crescita della progettazione. La crescita è sostenuta dai settori ordinari, che crescono del 2,6% nel numero e del 57,6% nell’importo; mentre i settori speciali diminuiscono del 23,7% nel numero e del 19,2% negli importi.
 
Sul totale, nel 2020 i bandi per i concorsi sono 88, per circa 6,2 milioni di euro, e i bandi per Servizi di Architettura e Ingegneria sono 2.923 per 437,6 milioni di euro. I bandi di progettazione non hanno registrato variazioni di numero rispetto al 2019, ma sono cresciuti in valore (+45,4%), passando da 4,2 a 6,2 milioni di euro. I bandi SAI sono passati da 2.494 a 2.923 (+17,2%) e gli importi da 340 milioni a 437,6 milioni (+30,3%).
 
Alcune regioni del Sud hanno mostrato una crescita interessante: La Campania ha registrato un +76,4% in numero e +65,9% negli importi, la Puglia +9,6% in numero e +54,3% negli importi, la Sicilia +94,1% in numero e +18% negli importi.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui