Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso dei professionisti, via libera della Camera
PROFESSIONE Equo compenso dei professionisti, via libera della Camera
RISPARMIO ENERGETICO

Edifici plurifamiliari con unico proprietario esclusi dal superbonus 110% ma c’è un’eccezione

di Rossella Calabrese

Tutto ruota intorno al concetto di condominio. Invece la villetta accessibile da altra proprietà privata fruisce del bonus

Vedi Aggiornamento del 28/01/2021
  Commenti 62784
Foto: vvoennyy © 123rf.com
07/12/2020 - Gli edifici composti da diverse unità immobiliari ma di proprietà di un unico soggetto sono esclusi dal superbonus 110%. Ma c’è un modo per beneficiarne. Una villetta unifamiliare raggiungibile attraverso il cortile di un vicino può essere considerata dotata di accesso autonomo e, quindi, fruire del superbonus 110%.
 
Sono alcuni dei chiarimenti forniti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze nelle nuove FAQ sul superbonus 110% rese note dal sottosegretario di Stato al MEF, Alessio Villarosa, promotore del documento. Eccone alcune tra quelle relative agli edifici plurifamiliari e singoli.
 

Superbonus 110% in edifici plurifamiliari con unico proprietario

Sono proprietario di un intero edificio composto da diverse unità immobiliari. Vorrei effettuare dei lavori al termine dei quali ciascuna unità immobiliare acquisterebbe accesso autonomo ed autonomia funzionale. Posso accedere al Superbonus?
Ai fini di una valutazione dei requisiti di accesso alla detrazione da Superbonus, la situazione va considerata sempre ante intervento, quindi la risposta è negativa. Non è infatti possibile applicare il superbonus agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario. Va infatti valorizzata la situazione esistente all’inizio dei lavori e non quella risultante dagli stessi ai fini dell’applicazione della agevolazione.
 
Sono proprietario di un intero edificio composto da più appartamenti. Se donassi uno degli appartamenti a mio figlio potremmo avere accesso al Superbonus?
Se il proprietario di un intero edificio composto da più unità immobiliari distintamente accatastate dona al figlio una delle unità abitative prima dell’inizio dei lavori, si costituisce un condominio e di conseguenza è possibile accedere al Superbonus per gli interventi realizzati.
 

Unico proprietario, l’emendamento alla Legge di Bilancio 2021

Si evince, quindi, che il discrimine è l’esistenza del ‘condominio’, soggetto giuridico che il Decreto Rilancio inserisce nella lista dei beneficiari dei superbonus 110%, come chiarito dall’Agenzia delle Entrate alcuni giorni fa. Va segnalato che la richiesta, arrivata da più parti, di includere gli edifici plurifamiliari con unico proprietario tra quelli che possono fruire del superbonus 110% è stata fatta propria di diversi parlamentari che l’hanno inserita tra gli emendamenti alla Legge di Bilancio 2021, insieme con la proposta di proroga al 2023.
 

Superbonus 110% in una villetta unifamiliare

Sono proprietario di una villetta unifamiliare. Per raggiungere la strada pubblica dalla mia villetta devo per forza transitare (in quanto unico tratto possibile) sul cortile privato di proprietà del mio vicino. Posso ritenere di avere un accesso autonomo?
Sì, l’accesso si considera autonomo anche se avviene da una strada privata di altra proprietà gravata da servitù di passaggio a servizio dell’immobile. Inoltre, si ricorda che si può ritenere che una unità immobiliare abbia accesso autonomo
dall’esterno quando a mero titolo esemplificativo:
- l’accesso avviene attraverso una strada privata e/o in multiproprietà o attraverso un terreno di utilizzo comune ma non esclusivo come i pascoli, non essendo rilevante la proprietà pubblica o privata e/o esclusiva del possessore dell’unità immobiliare all’accesso in questione;
- alla villetta a schiera si accede dall’area di corte di proprietà comune usata anche per i posti auto;
- il cortile o giardino su cui si affacciano gli ingressi indipendenti sono di proprietà esclusiva (anche indivisa) dei proprietari delle singole unità immobiliari situate all’interno dell’edificio plurifamiliare;
- l’accesso ad entrambe le unità immobiliari di una villetta bifamiliare avviene da giardino o cortile in comune;
- l’accesso avviene da una strada privata di altra proprietà gravata da servitù di passaggio a servizio dell’immobile.
  

SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL SUPERBONUS 110%

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
MB

Si parla spesso di villette con più appartamenti che spesso sono seconde case abitate 20-30gg all'anno e non si parla dei grandi condomini con riscaldamento autonomo dove eseguire qualcosa è difficilissimo. Occorre semplificare le regole per i riscaldamenti autonomi e contare sull'emulazione. Per "funzionalmente autonomo" si dovrebbe parlare di sistemi di energia ed i vincoli sono sull'acqua ... Speriamo


x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Partecipa