Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sconto in fattura e cessione del credito, ecco quando scatta la sospensione
NORMATIVA Sconto in fattura e cessione del credito, ecco quando scatta la sospensione
AZIENDE

Una casa-studio ispirata al rigore giapponese

Leggerezza architettonica e luce naturale. I serramenti Schüco per il progetto T House

26/01/2021 - Design, luminosità, comfort elevato e innovazione sono i cardini del progetto dell’Arch. Massimo Rosa per T House, la sua “casa-studio” nel cuneese. Ispirato al rigore tradizionale dello stile giapponese, a quella che Noémi Raymond chiamava la “bellezza efficiente”, il focus progettuale dimostra ordine e razionalità, incarnando perfettamente il dettame “less is more”. 

T House è il luogo deputato al benessere del nucleo familiare, un intervento attento di recupero di volumi esistenti, in un’ottica green e minimalista, in cui, grazie alla scelta dei serramenti in alluminio Schüco, la luce naturale diventa protagonista degli ambienti e definisce l’architettura degli spazi.

Un edificio intelligente, dunque, che mira a sintetizzare architettura contemporanea, forme minimali, superfici trasparenti, emissioni 0 e tecnologia avanzata.
 
Intervento
Il nuovo edificio è il risultato di una ristrutturazione della casa anni ’60 preesistente sul lotto. L’intervento ha visto l’ampliamento dei volumi abitativi, con la creazione di un particolare involucro, che conferisce una presenza completamente diversa nel contesto urbano in cui si trova, antistante un’area verde. 

Un progetto originale che vede la disposizione di due volumi intrecciati: il risultato è un’abitazione monofamiliare composta da diverse facciate sovrapposte, segnate da aperture posizionate ad arte. All’interno, le divisioni tra spazio abitativo e spazio lavorativo dello studio di architettura della proprietà sono minime e l’Arch. Rosa ha curato in maniera minuziosa i rapporti tra destinazioni d’uso degli ambienti: le aperture si affacciano - dagli spazi privati del piano primo - direttamente sul parco, sul cortiletto interno e sulla zona studio, in un costante equilibrio tra dimensione privata e pubblica. 

L’edificio è stato realizzato con volumi netti e leggeri, dove “leggerezza” è intesa come valore architettonico fondamentale. In questo caso viene espressa attraverso le scelte dei materiali, l'estetica e la funzionalità: all'esterno si esprime nella trasparenza delle numerose parti vetrate e nel senso di “galleggiamento” del piano terra; negli interni, invece, la leggerezza si ottiene grazie alla creazione di zone a doppia altezza tra piano terra e piano primo e nella realizzazione di uno spazio “cortile interno” aperto.

La decisione di inserire un cortiletto, completamente vetrato, con uno specchio d’acqua e con uno splendido esemplare di acero, ha soddisfatto in maniera semplice una richiesta complessa della committenza: quella di vivere in relazione e osmosi con la natura. Natura espressa non come giardino addomesticato, bensì nelle sue manifestazioni elementari: vento, pioggia, sole e neve. L’inserimento di spazi aperti all’interno di quelli residenziali diventa così uno strumento concettuale, utile per esplorare il mondo naturale e la sua mutevolezza, cogliendo il susseguirsi delle stagioni anche in un paesaggio urbano tradizionalmente concepito. Il cielo è “fruibile” da tutta la casa come uno schermo sul quale sembrano proiettarsi le nuvole in movimento, la luna, le stelle.
 
Il cuore della zona giorno è uno spazio dal soffitto alto 6,50 metri, pieno di luce. Il senso degli ambienti è poi rafforzato dal trattamento astratto delle pareti, che sono dipinte di bianco assoluto. Questo amplifica la sensazione di levità della struttura, mentre una serie di vetrate a sviluppo orizzontale permette di dare all’intero luogo ulteriore apertura e respiro. Un lay-out che presenta al piano terra un piacevole percorso tra lo studio, la zona giorno, la cucina, il terrazzo ed il cortiletto, al piano primo la zona notte ed al piano della copertura piana il cubo completamente vetrato dove ci si può godere di un momento di solitudine e di puro relax.

Perché Schüco
Le grandi aperture vetrate che inquadrano, da ogni spazio della casa, il panorama del cielo e del parco come gigantesche opere d’arte fotografica rendono l’abitazione un luogo unico e distintivo. 

Concetti progettuali che hanno trovato massima applicazione grazie alla scelta dei serramenti in alluminio Schüco, giudicati come i più innovativi e performanti, unici nel loro genere, distinguendosi per linee pulite ed eleganti combinate a performance d’eccezione, per un’elevata flessibilità costruttiva.

Grazie all’affidabilità del Premium Partner Schüco Millone Serramenti, si sono progettate e installate soluzioni panoramiche uniche. In particolare, è stato scelto il sistema in alluminio Schüco ASE 67 PD, che assicura il massimo comfort, l’isolamento termico e una combinazione perfetta di sicurezza e design. Grazie ai profili snelli e alle sezioni in vista ultrasottili ha consentito di trasformare completamente gli interni dell’abitazione, massimizzando l’apporto di luce naturale, aggiungendo valore all’edificio e migliorando la qualità della vita. Il sistema scorrevole è dotato di soglia piana “0-Level”, che eliminando qualsiasi inciampo, ne facilita la movimentazione e semplifica gli spostamenti delle persone da un ambiente all’altro. In questo modo, la connessione osmotica tra interno ed esterno è garantita, il serramento non è più barriera, ma soglia tra uomo, casa, indoor e il mondo dell’outdoor e della natura.
 
Anche le finestre in alluminio Schüco AWS 75 “arredano di luce” e diventano veri e propri masterpiece dell’interior design, passando per l’integrazione senza soluzione di continuità con il sistema per facciate panoramiche Schüco FWS 35 PD - con sezione in vista di soli 35 mm e valori di isolamento termico fino a livello Casa Passiva – che costituiscono le pareti vetrate completamente trasparenti che dividono gli ambienti interni dalla zona piscina esterna.

In questo progetto, i serramenti in alluminio Schüco interpretano i gusti della committenza legati ad un’estetica contemporanea, che punta sul minimalismo formale e sull’utilizzo della luce quale vero e proprio componente architettonico. Capaci di garantire specchiature importanti, grazie a profili sottili, che tendono quasi a scomparire, diventano un abito “su misura”, che di veste l’abitazione con eleganza e personalità.

Schüco su ARCHIPRODUCTS

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui