Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Messa in sicurezza edifici e territorio, assegnati 1,85 miliardi di euro
LAVORI PUBBLICI Messa in sicurezza edifici e territorio, assegnati 1,85 miliardi di euro
LAVORI PUBBLICI

Procedura negoziata senza bando, le imprese possono chiedere di partecipare

di Paola Mammarella

Nuove indicazioni dal Ministero delle Infrastrutture: la semplificazione deve essere bilanciata dalla trasparenza

Commenti 5922
Foto: Ivan Kruk©123RF.com
18/01/2021 – La procedura negoziata semplificata deve essere controbilanciata da una maggiore trasparenza. È quanto emerge da un parere che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha reso ad Anas e RFI per il corretto utilizzo delle procedure più snelle introdotte dal Decreto Semplificazioni.
 

Appalti e Decreto Semplificazioni

Il Decreto Semplificazioni (DL 76/2020) ha introdotto una serie di misure per favorire il rilancio dopo la crisi economica causata dall’emergenza Covid-19. Tra queste, la possibilità di ricorrere all’affidamento diretto per gli appalti di lavori fino a 150mila euro, le procedure di gara senza bando fino al raggiungimento delle soglie comunitarie e la procedura negoziata senza bando per gli affidamenti sopra soglia comunitaria, ma solo in caso di estrema urgenza o per contenere la crisi.
 
Per ragioni di trasparenza, le Stazioni Appaltanti che intendono utilizzare la procedura negoziata senza bando devono darne notizia pubblicando un avviso sul proprio sito istituzionale.
 

Procedura negoziata e avvisi, come partecipare

Sulla natura degli avvisi sono sorti dei dubbi e anche il Ministero delle Infrastrutture ha assunto posizioni diverse. In un primo momento ha affermato che, per ragioni di semplificazione, gli avvisi fossero solo una formalità per la tutela della trasparenza e che non costituissero un invito a partecipare alla selezione. Consentire la partecipazione alle imprese che avessero letto l’avviso, avrebbe significato complicare i lavori delle Stazioni Appaltanti.
 
Con il parere reso ad Anas e RFI, il Mit cambia idea e spiega che, dopo essere venuta a conoscenza dell’avviso, l’impresa può manifestare l’interesse a partecipare o può richiedere di essere inserita negli elenchi che la Stazione Appaltante consulterà per la scelta dell’affidatario.
 
Per lo svolgimento della procedura negoziata senza bando, infatti, la Stazione Appaltante può scegliere gli operatori da invitare con una indagine di mercato o previa consultazione di appositi elenchi.
 
Il Mit ha inoltre specificato che la partecipazione, oltre che in forma individuale, può avvenire sotto forma di raggruppamenti temporanei.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui