Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, come si redige l’APE
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus 110%, come si redige l’APE
FOCUS

Adesivi cementizi per piastrelle, quale scegliere?

di Rosa di Gregorio

Con classe di resistenza normale o migliorata, a presa rapida, resistenti allo scivolamento, con tempo aperto allungato, deformabili, gli adesivi cementizi sono idonei per ogni tipo di piastrella e supporto

Commenti 3922
Foto:Bogdan Mircea Hoda©123RF.com
16/02/2021 - Nel focus Collanti per piastrelle ceramiche, quale scegliere? si è parlato delle tipologie di collante da utilizzare per rivestimenti ceramici sia a parete che a pavimento.
Tra questi vi sono gli adesivi cementizi: disponibili sotto forma di premiscelati, gli adesivi cementizi sono prodotti in un’ampia gamma in grado di soddisfare ogni esigenza.
 
La preparazione, che è fatta direttamente in cantiere, è molto rapida. Consiste nell’impastare la polvere con acqua o con lattice elastomerico in dispersione acquosa. Utilizzando il lattice si aumenta l’impermeabilità, la flessibilità, le proprietà di adesione e la capacità dello strato legante di resistere ai liquidi aggressivi e ad agenti forti. L’impasto con lattice elastomerico è ideale per pavimentazioni o rivestimenti che saranno soggetti a forti escursioni termiche o dove sono previste variazioni dimensionali del fondo di posa.
 
Gli adesivi cementizi sono sicuramente molto resistenti e assicurano una lunga durata ai rivestimenti. Infatti, oltre al residenziale, si prestano per locali con forte concentrazione di umidità, per il fissaggio di rivestimenti immersi perennemente in acqua, come nel caso delle piscine, per i pavimenti industriali e commerciali. La resistenza deriva dal fatto che nella miscela sono aggiunti additivi a base di resine.
 
In base alla UNI EN 12004 , che definisce i “requisiti, la valutazione di conformità, la classificazione e designazione” dei collanti per piastrelle ceramiche, gli adesivi cementizi possono avere una delle seguenti classi di prestazione in termini di resistenza:
 
Classe C1, adesivo normale (caratteristiche fondamentali), possiede i valori di resistenza minimi richiesti in tutti i test previsti;
Classe C2adesivo migliorato (caratteristiche addizionali), raggiunge resistenze più elevate di quelle richieste dalla Classe 1.
 
L’indicazione della Classe di resistenza è sempre obbligatoria, a questa si aggiungono delle caratteristiche opzionali:
- adesivi cementizi a presa rapida (F), ideale per interventi che richiedono una rapida percorribilità;
- adesivi cementizi resistenti allo scivolamento (T), ideale per i rivestimenti a parete, soprattutto se sono in grandi formati;
- adesivi cementizi a tempo aperto allungato (E). Il tempo aperto è il periodo che passa tra la fase di applicazione dell’adesivo sul supporto e il momento in cui l’impasto perde le proprietà collanti. Più il tempo aperto è lungo maggiori sono le possibilità di correggere piccoli errori. Ideale per la posa di grandi formati, grès porcellanato e mosaici di tipo vetroso.
 
Un’ulteriore proprietà degli adesivi cementizi è la deformabilità, definita in base alla norma UNI EN 12002. La deformabilità è la capacità del collante di sopperire alle irregolarità del sottofondo e delle piastrelle. In genere con un collante standard, indeformabile, si riescono a livellare spessori fino a 5 mm, una colla con deformabilità raggiunge anche i 15 mm.

In funzione del valore della deformazione si avranno:
- Classe S1: adesivi cementizi deformabili;
- Classe S2: adesivi cementizi altamente deformabili.

Da questa panoramica emerge che le caratteristiche da considerare sono molte, quali sono, pertanto, i criteri da considerare per scegliere l’adesivo cementizio più idoneo?
 
La scelta del collante cementizio va fatta sulla base dei seguenti criteri:
- tipologia di piastrella da incollare: gres porcellanato, monocottura, bicottura, cotto. A seconda del tipo di piastrella cambia la porosità della stessa, ovvero la capacità di assorbire l’acqua, di conseguenza cambia anche la tipologia di adesivo cementizio da scegliere.
- formato della piastrella: grande o piccolo. Pari o al di sopra della misura 60x60 cm le piastrelle si definiscono di grande formato, al di sotto di piccolo formato;
- tipologia di rivestimento: a parete o a pavimento, in esterno o interno;
- tipologia di supporto: massetto (cementizio, radiante) o pavimento esistente (posa in sovrapposizione) oppure intonaco;
- sollecitazioni meccaniche e igrometriche di esercizio; per esempio, bisognerà chiedersi se il rivestimento sarà sottoposto alle intemperie, al gelo, alle escursioni termiche o agli agenti inquinati. Oppure, se il rivestimento è destinato ad un ambiente commerciale/industriale soggetto ad elevato carico da calpestio o passaggio veicolare.
 
Un adesivo cementizio di Classe C2 ad aderenza migliorata è adatto a qualsiasi tipologia di piastrella ma, se per il grès porcellanato bisogna sempre scegliere un adesivo cementizio C2, per le monocotture o bicotture è possibile limitarsi anche ad un adesivo C1, purchè i formati non siano grandi.
 
Quando l’utilizzo della pavimentazione è determinante per la continuità del lavoro all’interno dell’edificio, si sceglierà un adesivo che abbia la lettera F.

Se si posa un rivestimento a parete, si deve ricercare anche la resistenza allo scivolamento, quindi l’adesivo dovrà essere per esempio un C2T, ossia adesivo migliorato con scivolamento limitato.
 
Se si procede con la posa in sovrapposizione, un adesivo C2TE, ossia adesivo migliorato con scivolamento limitato, tempo aperto prolungato, è idoneo per ogni tipo di piastrella che si decide di sovrapporre.
 
Se gli ambienti da rivestire sono ampi o le piastrelle hanno un formato particolare o in generale si richiedono “tempi più comodi” per la posa, bisognerà scegliere collanti cementizi con la lettera E che permettono di avere un maggiore tempo di lavorabilità. Con un C2 e un tempo lungo di apertura E si può evitare la doppia spalmatura.
 
Quando si posano piastrelle di grandi formati (oltre 60x60 cm), è importante che venga utilizzato un adesivo cementizio che abbia almeno la classe di deformabilità S1. La stessa proprietà va ricercata quando il supporto non è perfettamente planare o è soggetto a leggere variazioni dimensionali.
 
Con i massetti radianti è sicuramente consigliabile scegliere adesivi cementizi che abbiano deformabilità S2.
 

Acquista adesivi cementizi su Edilportale Shop!


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui