Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Messa in sicurezza edifici e territorio, assegnati 1,85 miliardi di euro
LAVORI PUBBLICI Messa in sicurezza edifici e territorio, assegnati 1,85 miliardi di euro
LAVORI PUBBLICI

Efficienza energetica e sicurezza, in arrivo 160 milioni di euro per i piccoli Comuni

di Paola Mammarella

Ad ognuno dei 1968 Comuni con meno di mille abitanti andranno 81.000 euro. Inizio lavori entro il 15 maggio 2021

Vedi Aggiornamento del 23/02/2021
Commenti 6763
Foto: vaitekune©123RF.com
03/02/2021 – Sono in arrivo 160 milioni di euro per gli interventi di efficientamento energetico e messa in sicurezza nei piccoli Comuni. Il Ministero dell’Interno ha pubblicato sul proprio sito web il decreto che ripartisce le risorse stanziate per il 2021 tra i 1968 Comuni con popolazione inferiore a mille abitanti.
 

Efficienza energetica e sicurezza, 160 milioni per il 2021

L’articolo 30, comma 14-bis del Decreto Crescita (DL 34/2019) ha previsto, a decorrere dal 2020, un programma di investimento pluriennale per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per l'abbattimento delle barriere architettoniche e per gli interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile.

Per il 2020 ai piccoli Comuni è stato assegnato un contributo complessivo di 37 milioni di euro

Il Decreto Agosto ha apportato qualche modifica alla normativa. Per il 2021, le risorse disponibili, a carico del Ministero dell’Interno, ammontano a 160 milioni di euro. Questa cifra è stata suddivisa trai i 1968 Comuni con popolazione inferiore a mille abitanti, ottenendo così un contributo pari a 81.300,81 euro per ogni Comune.
 

Efficienza energetica e scuole, inizio lavori entro il 15 maggio 2021

Ogni Comune beneficiario del contributo è tenuto ad iniziare l’esecuzione dei lavori per la realizzazione delle opere pubbliche entro il 15 maggio 2021.

Le opere finanziate saranno monitorate attraverso il sistema di “monitoraggio delle opere pubbliche - MOP” della “banca dati delle pubbliche amministrazioni - BDAP”.
 
La prima quota del contributo, pari al 50% del totale, sarà erogata dopo aver verificato che i lavori siano iniziati entro il entro il 15 maggio 2021. L’altra metà sarà corrisposta previa trasmissione del certificato di collaudo o del certificato di regolare esecuzione rilasciato dal direttore dei lavori.
 
In caso di mancato rispetto del termine di inizio dell’esecuzione dei lavori entro il 15 maggio 2021 o di parziale utilizzo del contributo, l’assegnazione sarà revocata, in tutto o in parte, entro il 15 giugno 2021.

"Sono risorse molto molto importanti - sottolinea Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem - I Comuni potranno scegliere quale opera, quale intervento realizzare. In un momento complesso per gli Enti locali queste sono opportunità da cogliere per iniziative che generino sviluppo, investimenti duraturi, all'interno di politiche green, intelligenti e a prova di futuro. Lo Stato investe sui piccoli Comuni e siamo convinti possa continuare a farlo positivamente nel perimetro prezioso della legge 158/2017, unica in Europa".

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui