Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso dei professionisti, via libera della Camera
PROFESSIONE Equo compenso dei professionisti, via libera della Camera
PROFESSIONE

Isa 2021, i dati terranno conto della crisi causata dal Covid-19

di Paola Mammarella

Pubblicati dall’Agenzia delle Entrate i modelli e le istruzioni per la dichiarazione dei redditi

Vedi Aggiornamento del 24/06/2021
Foto: Katsiaryna Lenets©123RF.com
02/02/2021 – Sono stati approvati, con provvedimento 28 gennaio 2021 dell’Agenzia delle Entrate, i 175 modelli per la comunicazione dei dati utili ad applicare gli Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa). I dati, relativi al periodo di imposta 2020, terranno in considerazione l’impatto del Coronavirus sulle attività economiche.
 

Isa 2021, le istruzioni per la compilazione

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, per categoria di attività sono disponibili i modelli da compilare e presentare in sede di dichiarazione dei redditi e le relative istruzioni per la compilazione. Sono inoltre presenti le istruzioni generali, comuni a tutte le attività.
 
I professionisti che nel 2020 hanno esercitato in via prevalente l’attività professionale, devono compilare i modelli e presentarli con il modello Redditi 2021 utilizzando i canali Entratel o Fisconline, oppure avvalendosi di un intermediario.
 

Isa 2021, i dati terranno conto della crisi Covid-19

Il provvedimento individua anche i dati economici, contabili e strutturali rilevanti per il periodo di imposta 2021 e il programma delle elaborazioni degli Isa applicabili dal periodo di imposta 2021.
 
Ai contribuenti potrà inoltre essere chiesto di comunicare ulteriori dati e informazioni per una migliore valutazione dello stato di crisi individuale correlato alla diffusione del Covid-19.
 

ISA, i contribuenti esclusi

Sono esclusi da questi adempimenti i contribuenti che rientrano in una o più cause di esclusione. Si tratta, per fare alcuni esempi non esaustivi:
- dei contribuenti che hanno iniziato o cessato l’attività nel corso del periodo d’imposta;
- dei contribuenti che dichiarano ricavi o compensi superiori a 5.164.569 euro;
- dei contribuenti che si avvalgono del regime forfetario;
- dei contribuenti che esercitano due o più attività d’impresa, non rientranti nel medesimo Isa, qualora l’importo dei ricavi dichiarati relativi alle attività non rientranti tra quelle prese in considerazione dall’Isa relativo all’attività prevalente, superi il 30% dell’ammontare totale dei ricavi dichiarati.

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Partecipa