Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, come si redige l’APE
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus 110%, come si redige l’APE
RISTRUTTURAZIONE

Sismabonus 110%, come si compila il modello per la cessione del credito

di Paola Mammarella

Dall’Agenzia delle Entrate spiegazioni sui codici da inserire nella comunicazione e nell'asseverazione del rischio sismico

Vedi Aggiornamento del 01/03/2021
Commenti 14431
Foto: Katsiaryna Lenets©123RF.com
18/02/2021 – Quali informazioni indicare nel modello con cui si comunica la scelta della cessione del credito corrispondente al Superbonus 110% per gli interventi di messa in sicurezza antisismica?
 
Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad un quesito posto su Fisco Oggi.
 

Superbonus 110%, la comunicazione per cessione del credito e sconto in fattura

Chi realizza un intervento agevolato con il Superbonus 110% può usufruire direttamente della detrazione Irpef in cinque anni o, in alternativa, optare per la cessione del credito corrispondente alla detrazione o per lo sconto in fattura.
 
L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento 12 ottobre 2020, ha fornito il modello e le istruzioni per comunicare all’Agenzia delle Entrate l’opzione scelta.
 
La comunicazione deve essere inviata all’Agenzia delle Entrate entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese che danno diritto alla detrazione.


Sismabonus 110%, i codici per la comunicazione

Nel modello messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per comunicare l’opzione prescelta, c’è un riquadro che deve essere compilato dal soggetto che appone il visto di conformità, cioè da commercialisti, ragionieri, periti commerciali, consulenti del lavoro o CAF, i quali devono verificare a la presenza delle asseverazioni e delle attestazioni rilasciate dai professionisti incaricati.
 
SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL SUPERBONUS 110%
 
Per quanto riguarda l’asseverazione del rischio sismico, il modello dell’Agenzia delle Entrate richiede il codice identificativo dell’asseverazione. Si tratta, spiega l’Agenzia, del codice che il tecnico incaricato dell’asseverazione riporta nel modello allegato al DM 329/2020, nel campo in alto a destra. 

Tale campo è composto da sottocampi in cui devono essere indicati i corrispondenti codici della Regione, della Provincia e del Comune, oltre all’anno della presentazione della pratica e ai dati catastali.
 
I codici corrispondenti a Regione, Provincia e Comune sono desumibili dalla tabella scaricabile dal sito dell’Istat. L’anno da indicare è quello di accesso al bonus. Se il numero di cifre è inferiore alle caselle disponibili, per ciascun dato vanno aggiunti degli zeri a sinistra.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui