Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, la nuova check-list per ottenere il visto di conformità
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, la nuova check-list per ottenere il visto di conformità
AZIENDE

Stiferite per l’efficientamento dell’Ospedale di San Benedetto del Tronto (AP)

di Stiferite

Marche: migliora l’efficienza energetica degli ospedali grazie all’utilizzo intelligente dei Fondi europei

24/03/2021 - La Regione Marche si distingue per il suo impegno a favore della sostenibilità, intesa nella sua accezione più ampia che tutele la continuità, nel tempo, dello sviluppo e della riproduzione del capitale fisico, umano, sociale e ambientale. Un impegno che, per il settore delle costruzioni, si concretizza nei suoi numerosi programmi a sostegno di un’edilizia più efficiente e più sostenibile.
 
Tra questi  è certamente di grande rilevanza la programmazione 2014-2020 per l’utilizzo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) che, all’interno di otto aree di intervento, comprende quella della “Transizione verso un’economia a bassa emissione di carbonio” in cui si colloca il progetto “Interventi di efficienza energetica nelle strutture sanitarie”, realizzato, oltre che con i fondi FESR, con il contributo del programma europeo Intelligent Energy Europe (IEE) e con il ricorso ad innovative forme di finanziamento.
 
Il programma ha previsto l’efficientamento energetico di tre Ospedali - Pergola, Urbino e San Benedetto del Tronto - e di due Residenze Sanitarie Assistenziali - Petritoli e Sant’Elpidio a Mare. Interventi essenziali per il bilancio energetico della Regione, dato che proprio le strutture sanitarie sono riconosciute come le più energivore e quindi quelle che più necessitano di riqualificazioni urgenti.
 
I vantaggi di una riqualificazione profonda
Per l’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto, la riqualificazione, che ha richiesto un investimento di oltre 5.400.000 euro, ha coinvolto tutte le componenti del sistema edificio prevedendo gli interventi di:
  • Isolamento delle pareti perimetrali con sistema a cappotto e con facciata ventilata
  • Isolamento delle coperture
  • Sostituzione di infissi e isolamento dei cassonetti
  • Installazione di pannelli solari per la produzione dell’ACS
  • Installazione di impianto fotovoltaico da 15 kWp
  • Rifacimento della centrale termica e sottocentrale idrica
  • Sistema di regolazione della centrale termica e delle unità di trattamento aria
 
L’esecuzione di tutti questi interventi è stata affidata alla società Rekeep, realtà internazionale con 80 anni di storia e primo Gruppo in Italia nell’ambito dell’Integrated Facility Management - servizi di supporto logistico e organizzativo all’utilizzatore dell’immobile per l’ottimizzazione della gestione delle attività svolte al suo interno.
 
Alle pubbliche amministrazioni Rekeep offre la possibilità di erogare i suoi servizi con la formula del Partenariato Pubblico Privato, che limita l’utilizzo delle risorse pubbliche. Cogliendo questa opportunità, ASUR ha contrattualizzato le opere secondo il modello Energy Performance Contract (EPC) per il quale gli investimenti sono pagati in funzione del livello ottenuto di miglioramento dell’efficienza energetica prefissato.
 
Eccellente coibentazione delle strutture opache
Per l’Ospedale di San Benedetto del Tronto gli obiettivi di riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale della struttura sono stati particolarmente ambiziosi con il salto di ben sette classi energetiche - dalla G alla A1 - e la riduzione del 50% delle emissioni pari a circa 495 tonnellate di CO2.
 
Al raggiungimento di questi obiettivi ha contribuito in maniera determinante l’efficiente coibentazione di tutte le strutture opache che ha adottato, per tutti i componenti dell’involucro, i pannelli isolanti STIFERITE selezionando all’interno dell’ampia gamma produttiva, la tipologia più adatta a soddisfare le esigenze della specifica applicazione.
 
Sistema cappotto TermoK8 SLIM
La maggior parte delle pareti della struttura ospedaliera è stata isolata dall’esterno con il sistema a cappotto IVAS TermoK8 SLIM che si basa sull’impiego del pannello STIFERITE Class SK, specifico per applicazioni in sistemi ETICS. 
 
La progettazione ha ritenuto fondamentale l’eccellenza delle prestazioni termiche degli isolanti poliuretanici - che consente di impiegare a parità di isolamento spessori più bassi, quindi “SLIM”- ed ha voluto premiare l’esperienza ventennale che STIFERITE ha maturato nelle applicazioni ETICS testimoniata, oltre che dallo sviluppo di un prodotto specifico, dalle numerose certificazioni ETA ottenute da sistemi con isolamento in pannelli STIFERITE Class SK. Il sistema IVAS TermoK8 SLIM è in possesso di Valutazione Tecnica Europea (ETA) ed ottiene la classe di reazione al B s1 d0.
 
Oltre che per l’isolamento delle pareti continue, per le quali sono stati applicati spessori di 140 e 160 mm, altri pannelli STIFERITE Class SK di spessore 20 e 30 mm sono stati utilizzati per l’isolamento delle spallette di porte e finestre e per la correzione dei ponti termici.
 
Un prodotto specifico anche per le facciate ventilate
Il prospetto angolato della struttura che si rivolge verso il mare è stato invece riqualificato con un sistema di facciata ventilata mediante l’utilizzo di pannelli STIFERITE Fire B di spessore 140 mm. FIRE B è il pannello che STIFERITE ha sviluppato per rispondere ai criteri di sicurezza previsti per le strutture sottoposte alla normativa di prevenzione.
 
La particolare formulazione della schiuma polyiso e le caratteristiche del rivestimento di colore nero che lo contraddistingue, consentono al pannello STIFERITE Fire B di ottenere la classe di reazione al fuoco B s1 d0; la migliore ottenibile dai materiali organici, valutati nelle condizioni di immissione sul mercato e a prescindere quindi dal kit o dal sistema costruttivo in cui sono inseriti.
 
La facciata ventilata, di grande e personalizzato impatto estetico, è stata realizzata con la soluzione Alucovering Piana F con trattamento seaside e verniciatura a polvere di poliestere tre colori, fornita da ALIVA Srl, società del Gruppo IVAS che ha scelto di specializzarsi in soluzioni “tailor made” che, pur garantendone sempre la funzionalità permettono alla progettazione di realizzare la propria idea di involucro edilizio, senza limitazioni materiche ed estetiche.
 
Le migliori performance per l’isolamento delle coperture
Per l’isolamento degli oltre 7.000 metri quadrati di coperture piane è stato utilizzato un doppio strato di pannelli STIFERITE GTC (variante del pannello GT) specifica per l’impiego sotto membrane autoadesive di spessore 100 mm. Il pannello assicura uno dei più bassi valori di conducibilità termica stabile nel tempo, lD, pari a 0,022 W/mK e lo strato applicato di 200 mm ottiene una trasmittanza termica, U, di soli 0,11 W/m2K, inferiore quindi ai valori previsti dal disciplinare per le Passivhaus. I pannelli sono stati ancorati alla struttura mediante schiuma poliuretanica Tytan Styro ed il manto impermeabile è stato realizzato con una membrana bituminosa autoadesiva (Sikabit) e successiva applicazione a spruzzo di poliurea, soluzione questa particolarmente indicata per coperture complesse e densamente occupate da macchinari ed attrezzature come sono, tipicamente, quelle delle strutture sanitarie.
 
Oltre l’isolamento, c’è di più…
Oltre all’eccellenza delle prestazioni termiche, le soluzioni applicative sviluppate da STIFERITE offrono molte altre caratteristiche che concorrono alla qualità delle opere di riqualificazione. Tra le più significative si segnalano:
  • la durabilità delle prestazioni
  • il comportamento meccanico che assicura resistenza ai carichi statici e dinamici e alla forza di estrazione del vento
  • la sicurezza nell’impiego con l’assenza di rilascio di fibre
  • la compatibilità i materiali di comune impiego in edilizia
  • la disponibilità di certificazioni sia prestazionali e sia ambientali (EPD, conformità ai CAM)
  • la leggerezza e la compattezza dei prodotti che permettono una rapida posa in opera e facilitano eventuali tagli a misura o sagomature necessarie al passaggio di impianti.
 
La semplicità delle operazioni di posa, e la conseguente riduzione dei tempi di cantierizzazione, è un fattore particolarmente importante in tutte le opere di riqualificazione che, come nel caso di quelle che coinvolgono strutture sanitarie, hanno un forte impatto sul contesto sociale e richiedono quindi il contenimento dei tempi di realizzazione.   
 
 
Dati cantiere
Riqualificazione energetica degli edifici e degli impianti
Ospedale Madonna del Soccorso - San Benedetto del Tronto (AP)
 
Committente: Azienda Sanitaria Unica Regionale Marche (A.S.U.R.)
Responsabile del procedimento: Ing Rodolfo Cascioli (ASUR)
Ditta esecutrice: REKEEP Spa - Via Poli, 4 - 40069 Zola Predosa (BO)
Progettazione: PROMEDIA Srl - Mosciano S. Angelo (TE)
Progettazione esecutiva: REKEEP Spa
Direttore Lavori: Ing. Maurizio Ciarrocchi (S.A.G.I. Srl)
Direttore Cantiere: Ing. Etienne Caldiroli (Rekeep Spa)
Capo Cantiere Geom. Francesco Fittipaldi (Rekeep Spa)
 
Isolamento termico
Sistema a cappotto IVAS TermoK8 SLIM: 12.300 m2 STIFERITE Class SK spessori 140 e 160 mm
Facciate ventilate: 3.200 m2 STIFERITE FIRE B spessore 140 mm
Coperture: 7.200 m2 doppio strato STIFERITE GT spessore 100 mm

STIFERITE su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui