Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sottotetto trasformato in abitazione, quali bonus spettano in condominio
RISTRUTTURAZIONE Sottotetto trasformato in abitazione, quali bonus spettano in condominio
PROFESSIONE

Recovery Plan, il 25 marzo il bando per assumere 2.800 tecnici al Sud

di Rossella Calabrese

Ministri Carfagna e Brunetta: a luglio le PA meridionali avranno a disposizione nuove figure specialistiche tra cui ingegneri, architetti, geologi

Vedi Aggiornamento del 16/04/2021
Commenti 47688
Foto: facebook.com/renato.brunetta
18/03/2021 - Partirà il 25 marzo la procedura per assumere 2.800 tecnici al Sud, dopo il via libera finale della Conferenza Unificata. Tra il bando e la graduatoria finale trascorreranno al massimo tre mesi: a luglio le amministrazioni meridionali avranno a disposizione competenze e nuove capacità per portare avanti al meglio il lavoro sul Recovery Plan.
 
Lo hanno annunciato la Ministra per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, e il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, aggiungendo che tutti i dettagli saranno comunicati in una conferenza stampa il 25 marzo.

Le nuove figure specialistiche - ha aggiunto la Ministra Carfagna in audizione in Parlamento - saranno destinate alle Regioni, alle Città Metropolitane ed ai Comuni, nonchè all'Amministrazione centrale, per dare supporto nell'attuazione delle misure ed azioni progettuali che partiranno nei prossimi mesi.
 
Ricordiamo che, circa una settimana fa, sempre in audizione in Parlamento, il Ministro Brunetta ha illustrato il suo piano di riforma della Pubblica Amministrazione, indispensabile per attuare il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).
 
 
Uno dei pilastri della riforma è proprio il capitale umano della PA: per migliorarne la qualità, Brunetta prospettava l’assunzione di nuovi profili, tra cui ingegneri, architetti, geologi, chimici, statistici, esperti di project management, pianificazione, progettazione e controllo.
 
E annunciava l’intenzione di abbandonare il modello dei concorsi centralizzati in favore di procedure di selezione digitali su un portale unico per il reclutamento, percorsi ad-hoc per selezionare i migliori laureati e i profili più qualificati, meccanismi per ricercare sul mercato le migliori professionalità tecniche e creare cluster di persone o società da far dialogare stabilmente con la PA.
 
Per raggiungere questi obiettivi, il Governo sta predisponendo forme di collaborazione con università, ordini professionali e settore privato.
 
Si comincerà, dunque, dalle Pubbliche Amministrazioni del Sud, cioè dai territori destinatari della quota maggiore dei 209 miliardi di euro del Next Generation EU.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui